COME FARSI LASCIARE IN DIECI GIORNI

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Mass-media
Genere
Commedia
Regia
Donald Petrie
Durata
87'
Anno di uscita
2003
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
How to lose a guy in 10 days
Distribuzione
United International Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Kristen Buckley, Brian Reegan, Burr Steers tratto dal libro di Michael Alexander e Jeanne Long
Musiche
David Newman
Montaggio
Anton Neil Fisher

Orig.: Stati Uniti (2003) - Sogg.: tratto dal libro di Michael Alexander e Jeanne Long - Scenegg.: Kristen Buckley, Brian Reegan, Burr Steers - Fotogr.(Panoramica/a colori): John Bailey - Mus.: David Newman - Montagg.: Anton Neil Fisher - Dur.: 87' - Produz.: Robert Evans, Lynda Obst, Christine Peters.

Interpreti e ruoli

Kate Hudson (Andy Anderson), Matthew McConaughey (Benjanim Berry), bebe Neuwirth (Lena)

Soggetto

La scommessa nasce su due versanti opposti. Da un lato, stimolata dai pianti di una collega 'mollata' dal fidanzato, Andy, giornalista di un periodico femminile, si dice pronta a trovare un uomo, sedurlo e poi lasciarlo entro dieci giorni: e a scrivere tutto in una serie di articoli, che la direttrice Lena approva immediatamente. Dall'altro, convinto di essere stato defraudato di un'idea sua, Benjamin, pubblicitario, chiede che gli venga assegnata di nuovo la presentazione di una campagna per i gioielli: in cambio dimostrerà che in dieci giorni é in grado di trovare una donna, affascinarla e farla dichiarare innamorata persa di lui. Andy e Benjamin fanno conoscenza naturalmente senza sapere niente l'uno dei propositi dell'altra. Così si frequentano con sempre maggiore assiduità, fin quando lei comincia ad essere sempre presente, anche non richiesta, e non gli fa vedere la partita di basket, interrompe il poker con gli amici, riveste la casa di lui con orsacchiotti, coperte, spazzolini tutto di colore rosa. Lui vorrebbe liberarsene ma non può. E allora la porta a conoscere genitori e famiglia. Qui Andy viene ben accolta, e subito dopo i due, quasi all'improvviso, si scambiano un bacio. Inutilmente Andy chiede alla direttrice di non scrivere più il pezzo. I dieci giorni finiscono. Alla presentazione della collezione di gioielli, Andy e Benjamin si ritrovano. E' il momento in cui le verità vengono a galla. Saputo dei reciproci inganni, i due litigano furiosamente e si lasciano. Più avanti, Benjamin legge sulla rivista l'articolo scritto da Andy: una specie di ammissione di innamoramento. Allora la raggiunge mentre si sta recando all'aeroporto. Fermato il taxi, Andy e Benjiamin si parlano, si spiegano e si baciano con forza e convinzione.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una commedia di tono brillante e leggero. Dopo un inizio che lascia presagire situazioni frivole ben poco piacevoli, il copione, quando prende il via la 'scommessa', si fa più compatto e motivato, sempre inserito in quel filone sentimentale magari prevedibile (sappiamo come andrà a finire) ma che piacevolmente ci accompagna verso la lieta conclusione. Dialoghi spigliati accompagnano le varie schermaglie, con il contorno di qualche notazione certo di non grande peso ma pur sempre significativa: la voglia di Andy di scrivere qualcosa di diverso; la famiglia di lui pronta ad accoglierla. Niente di eccezionale dunque, ma un racconto che si fa seguire, e film che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come accettabile, e nell'insieme semplice. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e da recuperare come spettacolo simpatico, anche se di rapido consumo.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film