CONFLITTI DEL CUORE *

Valutazione
Discutibile, Realistico
Tematica
Famiglia
Genere
Commedia
Regia
Robert Harling
Durata
126'
Anno di uscita
1997
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
THE EVENING STAR
Distribuzione
Filmauro
Soggetto e Sceneggiatura
Robert Harling basato sul romanzo di Larry McMurtry
Musiche
William Ross
Montaggio
Priscilla Nedd

Sogg.: basato sul romanzo di Larry McMurtry - Scenegg.: Robert Harling - Fotogr.: (panoramica/a colori) Don Burgess - Mus.: William Ross - Montagg.: Priscilla Nedd-Friendly, David Moritz - Dur.: 126' - Produz.: David Kirkpatrick, Polly Platt, Keith Samples

Interpreti e ruoli

Shirley Mac Laine (Aurora Greenway), Bill Paxton (Jerry Bruckner), Juliette Lewis (Melanie Horton), Miranda Richardson (Patsy Car-penter), Mackenzie Astin (Teddy Horton), Jack Nicholson (Garrett Breedlo-ve), George Newbern (Tommy Horton), Marion Ross, Donald Moffat, China Kantner, Scott Wolf, Ben Johnson, Jennifer Grant

Soggetto

Dopo la morte della figlia Emma, Aurora ha cercato di crescere i tre nipoti in maniera amorevole anche se un po' soffocante. Tutti ormai cre-sciuti, i ragazzi sentono il bisogno di rendersi autonomi. In maniera diversa, Tommy, Teddy, Melanie si danno da fare per costruirsi una propria vita, ma Teddy finisce in carcere per spaccio di droga, e Melanie decide di andare a vivere con un amico, che però poi la lascia per un'altra. Aurora però non cambia carattere e soprattutto deve contrastare le mire di Patsy, che era la migliore amica di Emma e ora vorrebbe essere consultata sul futuro dei ragazzi. Nel frattempo Aurora riceve le attenzioni del giovane analista Jerry, al quale si era rivolta per capire meglio se stessa e le proprie idee. Con lui vive una storia, che finisce quando anche Patsy riesce a conquistare Jerry. Delusa e stanca, provata anche dalla morte della vecchia governante, Aurora riceve la visita dell'antico amico Garret, l'austronauta suo amore degli anni giovanili. E' l'ultimo momento di felicità. Sentendo le forze venirle meno, Aurora si spegne, circondata dai nipoti ormai però arrivati ad una serena situazione personale.

Valutazione Pastorale

Il film è il seguito del precedente "Voglia di tene-rezza" (1984), di cui riprende i vari personaggi, seguendone l'evoluzione e i destini. Il tono rimane quello della saga familiare un po' melodrammatica, un po' sentimentale, con risultati forse frammentari ma con la capacità di esprimere realisticamente la vita di una donna alle prese con sentimenti provvisori, con problemi quotidiani nei quali il bene e il male si sovrappon-gono di continuo e l'unica risposta possibile è quella di vivere giorno per giorno. Dal punto di vista pastorale, la solidarietà familiare, la voglia di ren-dere più solidi gli affetti, di costruire qualcosa di più duraturo al di là dell'ef-fimero sono senz'altro lati positivi del film, ai quali si affiancano momenti strappalacrime e situazioni un po' leggere e superficiali che banalizzano la complessità delle circostanze presentate. Utilizzazione: Specchio di una società americana nell'insieme ancora molto lontana dalla sensibilità europea e italiana, il film tuttavia si segue con sem-plicità e può essere utilizzato in programmazione ordinaria, con un'attenzio-ne per i minori. In altre occasioni, il ricorso più immediato al film è per discutere sul centrale problema della famiglia, con tutte le implicazioni con-nesse.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film