CRIMINAL

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Avidità, Cinema nel cinema, Denaro
Genere
Commedia
Regia
Gregory Jacobs
Durata
86'
Anno di uscita
2005
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Criminal
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Gregory Jacobs & Sam Lowry basato sul film "Nove regine " di Fabian Bielinsky
Musiche
Alex Wurman
Montaggio
Stephen Mirrione

Orig.: Stati Uniti (20049 - Sogg.: basato sul film "Nove regine " (Nueve reinas) di Fabian Bielinsky - Scenegg.: Gregory Jacobs & Sam Lowry - Fotogr.(Panoramica/a colori): Chris Menges - Mus.: Alex Wurman - Montagg.: Stephen Mirrione - Dur.: 86' - Produz.: Gregory Jacobs, George Clooney, Steven Soderbergh.

Interpreti e ruoli

John C.Really (Richard Gaddis), Diego Luna . (Rodrigo), Maggie Gyllenhaal (Valerie Gaddis), Jonathan Tucker (Michael Gaddis), Peter Mullan (William Hannigan), Zitto Kazann (Ochoa), Ellen Geer (la nonna), Juan Carlos Cantu (padre di Rodrigo), Jack Conley (Henry), Luis Contreras (Carlos), Maeve Quinlan . (Heather)

Soggetto

A Los Angeles Richard salva il giovane Rodrigo da una truffa andata a male e lo coinvolge in una serie di piccoli imbrogli. Quando si stanno godendo una pausa, Rodrigo viene convocato dalla sorella Valerie nel lussuoso albergo dove lei lavora: tra loro e l'altro fratello minore Michael ci sono seri problemi legati all'eredità familiare. Nell'albergo però un anziano spagnolo, Ochoa, convince i due a tentare un colpo ad alto livello: si tratta di far comprare al miliardario irlandese Hannigan un falso esemplare di Monroe Silver Certificate del 1878 valutato almeno 500mila dollari. I due si mettono in movimento, ma le persone con cui si trovano a dover stringere accordi aumentano a vista d'occhio e ognuno vuole una bella percentuale. Dopo tanta attesa, Richard entra in possesso di un assegno. Sembra fatta, ma quando si presenta in banca per riscuoterlo, il direttore chiama la polizia e lo fa arrestare. In realtà tutti erano d'accordo contro di lui.

Valutazione Pastorale

Il film argentino "Nove regine" é piaciuto molto a George Clooney e a Steven Soderbergh. Al punto da decidere di produrre questo remake americano affidato alla regia dell'esordiente Gregory Jacobs. Se va ricordato che la storia di quella truffa ambientata a Buenos Aires trovava motivazioni interessanti e concrete anche perchè ambientata nel panorama di un'Argentina allo stremo delle forze per la crisi economica, qui la vicenda non trova agganci di qualche coinvolgimento. Privata dei suoi contorni, la storiella potrebbe essere una sorta di "Stangata" del Duemila, ma la beffa che viene fuori alla fine non assurge a vero e proprio colpo di scena. Figure tipiche, umanità di contorno, ma niente di veramente efficace. Un prodotto medio, simpatico e nulla più che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come accettabile e nell'insieme semplice. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria e proposto come passatempo di immediata fruizione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film