CUORI ESTRANEI

Valutazione
Accettabile, semplicistico
Tematica
Donna, Famiglia, Lavoro, Solidarietà-Amore
Genere
Drammatico
Regia
Edoardo Ponti
Durata
97'
Anno di uscita
2002
Nazionalità
Canada, Italia
Titolo Originale
Between strangers
Distribuzione
Medusa Film
Musiche
Zbigniew Preisner
Montaggio
Roberto Silvi

Orig.: Italia/Canada (2002) - Sogg. e scenegg.: Edoardo Ponti - Fotogr.(Normale/a colori): Gregory Middleton - Mus.: Zbigniew Preisner - Montagg.: Roberto Silvi - Dur.: 97' - Produz.: Gabriella Martinelli, Elda Ferri.

Interpreti e ruoli

Sophia Loren (Olivia), Mira Sorvino (Natalia), Deborah Kara Unger (Catherine), Pete Postlethwaite (John), Malcolm McDowell (Alan), Klaus Maria Brandauer (Alexander), Gerard Depardieu (Max), Wendy Crewson (Amanda), Andrew Tarbet . (George)

Soggetto

Tre storie di donne a Toronto, oggi. Olivia, di età matura, vive con il marito costretto su una sedia a rotelle. Poco apprezzata dall'uomo, Olivia ha una grande passione per il disegno, ed è tal punto ossessionata che ad un certo punto è convinta di rivedere in una ragazza autrice di un libro di successo la propria figlia avuta in giovanissima età e affidata ad altri su suggerimento del padre. Olivia la incontra, scambia con lei qualche parola, poi si allontana piangendo. Ormai è decisa a recarsi in Italia, a Firenze per respirare un autentico clima artistico. Natalia è invece una giovane fotoreporter. Appena tornata dall'Angola, una delle foto da lei scattate ottiene la copertina di un prestigioso settimanale. Molto contento, il padre di lei Alexander si attiva per far ottenere alla figlia sempre maggiori successi. Natalia però ha osservato meglio quella foto, ha rivissuto nella memoria il momento in cui l'ha scattata ed è sicura che per cogliere quell'espressione di dolore durante una guerra abbia rinunciato alla possibilità di salvare una vita. Presa dal rimorso, rinuncia agli altri lavori e decide di tornare in Angola con l'ONU. Anche Catherine é una giovane donna di successo, come violoncellista. Venuta però a sapere che dopo 22 anni il padre sta per uscire dal carcere, si prepara ad incontrarlo e a scaricare rabbia e voglia di vendetta su di lui, ritenuto responsabile della morte violenta della madre. Abbandonata la famiglia e la figlioletta, Catherine affronta il padre ma non riesce a mandare fino in fondo il proprio proposito di eliminarlo e preferisce tornare a casa. Le tre donne si ritrovano senza conoscersi vicine ad un tavolo dell'aeroporto.

Valutazione Pastorale

Detto per dovere di cronaca che si tratta del primo film diretto da Edoardo Ponti, figlio di Sophia Loren e Carlo Ponti, va aggiunto che il giovane esordiente è anche autore unico del copione e ha detto di aver voluto, attraverso le tre storie, parlare "del coraggio necessario ad ognuno di noi per trovare il proprio posto nel mondo". Intenzioni tanto encomiabili quanto estremamente generiche, intorno alle quali il racconto non riesce a creare il giusto clima di sostanza e di coinvolgimento. Il regista in realtà sembra essere stato guidato più dalla testa che dal cuore. Le tre storie diluiscono su un pentagramma già preordinato una piccola sinfonia fatta di sentimenti perduti, di infanzia non vissuta, di rapporti genitori-figli irrisolti. Dolori forti dunque, che inducono a usare la definizione di 'drammatico' ma che toccano più spesso una cifra letteraria, come un testo ben scritto, ben ordinato, ben rifinito. La commozione scatta di frequente, un po' giusta un po' insistita. Il realismo dell'ambientazione in esterni equilibra opportunamente altri spazi narrativi che sembrano più di sogno, o di favola. Un'opera prima leggermente acerba dunque, ma misurata, dettata da buoni sentimenti e raccontata con modi qua e là infantili (anche televisivi) che tuttavia non disturbano. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come accettabile, e nell'insieme semplicistico. UTILIZZAZIONE: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, e da recuperare come prodotto internazionale facilmente seguibile e di onesta ispirazione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film