DICEMBRE

Valutazione
Accettabile, Realistico
Tematica
Donna
Genere
Drammatico
Regia
Antonio Monda
Durata
92'
Anno di uscita
1990
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
DICEMBRE
Distribuzione
Istituto Luce, Italnoleggio Cinematografico
Soggetto e Sceneggiatura
Antonio Monda
Musiche
Gianluca Podio
Montaggio
Roberto Perpignani

Sogg. e Scenegg.: Antonio Monda - Fotogr.: (panoramica/a colori) Tonino Nardi - Mus.: Gianluca Podio - Montagg.: Roberto Perpignani - Dur.: 92' - Produz.: Ager 3, Rai Uno, Istituto Luce, Italnoleggio Cinematografico

Interpreti e ruoli

Pamela Villoresi (Gianna), Alessandro Haber (Federico), Pino Colizzi (Alberto/Eduardo), Susanna Marcomeni (Ida), Mattia Sbragia (Don Luigi), Norma Martelli (Gabriella), Pierluigi Misasi (Carlo), Salvatore Puntillo, Leandro Traine

Soggetto

i numerosi componenti di una famiglia meridionale, trapiantata a Roma, sono molto uniti fra loro e mantengono le antiche usanze del paese d'origine. Solo Gianna, che ha un carattere impulsivo e contraddittorio, e non sopporta ipocrisie e formalismi, si comporta sempre in modo diverso dagli altri, suscitando antipatie e disagi. L'unico a capirla è suo marito, Alberto, e la loro unione è molto felice. Ma, pochi giorni prima di Natale, Alberto muore improvvisamente, e Gianna, interiormente disperata, ma apparentemente quasi indifferente, rifiuta le attenzioni insistenti dei parenti, cercando l'isolamento e chiudendosi in se stessa. Il fratello Federico, che ha per lei molto affetto, la convince a partecipare in casa sua ai riti natalizi, con riunioni di molti parenti, pranzi e doni di Babbo Natale. Ma Gianna si comporta sgarbatamente e torna nel proprio appartamento, chiedendo come unica compagnia il nipote prediletto, Andrea, figlio di Federico e di Ida, un bambino sensibile e intelligente, entusiasta della zia, che sa incantarlo con meravigliosi racconti di film o fiabe, oppure conducendolo al cinema con sé. Sia pure mal volentieri, i genitori acconsentono che il figlio resti in casa della zia per alcuni giorni. Intanto Gianna si accorge che qualcuno si introduce più volte nel suo appartamento, dove è stata rubata una preziosa collana di perle, l'ultimo dono di Alberto. Federico chiamato, accorre, ma non trova nessuno, cosicchè lui e gli altri parenti restano increduli. Solo Andrea sostiene decisamente la zia, anche se non ha visto il ladro. Per il bambino questo dicembre resterà indimenticabile e gli sembra un gioco meraviglioso. Alla fine, mentre Roma impazza per la festa di Capodanno, Gianna e suo nipote sorprendono finalmente il ladro all'opera, e Andrea aiuta efficacemente la zia a bloccarlo, colpendono con un candeliere. La polizia appurerà poi che si trattava di un operaio, che si era fatto una copia delle chiavi. La mattina del primo dell'anno Andrea torna dai genitori, ma contina a pensare alla zia Gianna, che gli sembra bellissima e sicura di sè, e che, insieme a lui, ha sconfitto il ladro. Ma intanto Gianna, che ora è sola davvero deve affrontare l'amara realtà, che l'aspetta, e, nella casa deserta finalmente piange.

Valutazione Pastorale

è la storia di una donna nevrotica e insicura, che evade abitualmente dalla vita reale, rifugiandosi in un mondo di fantasia, ma ora, per la morte del marito, è posta improvvisamente davanti all'amara realtà della solitudine. Gli avvenimenti della vicenda sono visti attraverso gli occhi di un bambino, che vi partecipa come ad un gioco, perchè non può capire il dramma della zia, che lo affascina offrendogli racconti fantastici. Si tratta di un'opera prima, nella quale il regista Antonio Monda dimostra di saper realizzare un lavoro dignitoso, con una buona fotografia, ed un'ambientazione accurata, anche se un po' calligrafica. Non si notano volgarità, sia nelle immagini, che nel dialogo, ma vi sono alcune ingenuità narrative (per es. il bambino non può ricordare fatti ai quali non ha assistito), e qualche personaggio non è ben delineato, come Eduardo, il gemello del morto. Pamela Villoresi è discontinua nel suo difficile ruolo, mentre Alessandro Haber, Federico, è sempre convincente.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film