DICK TRACY **

Valutazione
Accettabile, Parodistico
Tematica
Genere
Fantastico
Regia
Warren Beatty
Durata
106'
Anno di uscita
1990
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
DICK TRACY
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Jim Cash, Jack Epps Jr. basato sui personaggi creati da Chester Hould per i fumetti
Musiche
Danny Eleman
Montaggio
Richard Marks

Sogg.: basato sui personaggi creati da Chester Hould per i fumetti - Scenegg.: Jim Cash, Jack Epps Jr. - Fotogr.: (panoramica/a colori) Vittorio Storaro - Mus.: Danny Eleman - Montagg.: Richard Marks - Dur.: 106' - Produz.: Warren Beatty

Interpreti e ruoli

Warren Beatty (Dick Tracy), Al Pacino (Big Boy Caprice), (Mozzafiato Mahoney), Madonna (Pat Patton), James Keane (Sam Catchem), Seymour Cassel (Tess Cuorsincero), Glenne Headly (Borbotto), Dustin Hoffman, Charlie Korsmo

Soggetto

il caparbio e indomabile detective Dick Tracy, impegnato in una lotta senza sosta contro il crimine con l'aiuto di due assistenti fidati, Pat Patton e Sam Catchem, è costretto ad affrontare il boss Big Boy Caprice che ha fatto fuori Labbra e si è impossessato di tutto il suo giro d'affari e soprattutto di un night club, il "Ritz", dove esiste una bisca clandestina e dove lavorano la cantante Mozzafiato, Mahoney, un corpo di ballo scalcinato, un pianista di talento ed altri scagnozzi. Tracy spera che l'avvenente Mozzafiato gli dia una mano per incastrare il malvivente, mentre a sua insaputa la ragazza vorrebbe solo sedurlo. A soffrire per questo motivo è la fidanzata di Tracy, Tess Cuorsincero, che lo ama ma che non nesce a sopportare la vita frenetica dell'uomo che rischia la vita ogni momento. A salvarlo per ben due volte da attentati mortali tesigli da Big Boy provvede un ragazzino che Tracy ha tolto dalla strada e che gli si è affezionato come ad un padre. Tracy stringe sempre di più i tempi: vuole sferrare l'ultimo attacco al suo nemico che da parte sua vorrebbe eliminarlo. Big Boy tenta perfino di corromperlo senza però riuscirvi: la maliarda Mozzafiato vorrebbe da parte sua insidiare l'uomo di legge ma Tracy rimane insensibile al suo fascino. Big Boy fa rapire Tess ed incastra Tracy facendolo accusare di omicidio nei confronti di un procuratore distrettuale corrotto. Ma Tracy riesce grazie al ragazzino e ai suoi amici a liberarsi, a far parlare uno scagnozzo di Big Boy, Borbotto, e a giungere nel posto dove è tenuta prigioniera Tess. Ad ostacolarlo c'è pure il pianista del club Ritz che è pagato per ciò da un misterioso uomo senza volto. Tracy supera ogni ostacolo: fa circondare dalla polizia l'intero edificio; fa arrestare tutti i criminali; libera la sua ragazza, riesce ad eliminare Big Boy; scopre in modo del tutto inaspettato che sotto le sembianze dell'uomo senza volto si cela l'affascinante Mozzafiato che intendeva liberarsi sia di Big Boy sia di Tracy per diventare padrona della malavita cittadina. A Tracy non resta altro che rifugiarsi tra le braccia della sua Tess fino a quando un nuovo caso non lo richiamerà al dovere.

Valutazione Pastorale

dal ritmo incalzante e con una fotografia e una scenografia eccezionale con giochi di luci suggestivi e una ricostruzione d'ambiente raffinatissima, questo film dagli intenti grotteschi, riesce a presentare gustosamente l'universo fantastico dei fumetti. La storia si fa seguire ed è piena di colpi di scena; la caratterizzazione dei personaggi è di rilievo, in particolare quella di Al Pacino e Madonna. Vi sono anche delle notazioni interessanti: la vicenda del ragazzino solo affiliato dai due fidanzati; il rapporto tormentato di questi ultimi; l'incorruttibilità dell'uomo di legge, eroe inattaccabile ed imperturbabile.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film