FAST & FURIOUS 7

Valutazione
Consigliabile, semplice
Tematica
Amicizia, Famiglia, Morte
Genere
Azione
Regia
James Wan
Durata
140'
Anno di uscita
2015
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Furious 7
Distribuzione
Universal Pictures International Italy
Soggetto e Sceneggiatura
Chris Morgan ispirato ai personaggi creati da Gary Scott Thompson
Musiche
Brian Tyler
Montaggio
Christian Wagner

Orig.: Stati Uniti (2015) - Sogg.: ispirato ai personaggi creati da Gary Scott Thompson - Scenegg.: Chris Morgan - Fotogr.(Scope/a colori): Stephen F. Windon - Mus.: Brian Tyler - Montagg.: Christian Wagner - Dur.: 140' - Produz.: Neal H. Moritz, Vin Diesel, Michael Fottrellper per Original Film, One Race Films.

Interpreti e ruoli

Vin Diesel (Dominic "Dom" Toretto), Paul Walker (Brian O'Conner), Dwayne Johnson (agente Luke Hobbs), Michelle Rodriguez (Letty Ortiz), Tyrese Gibson (Roman Pearce), Chris "Ludacris" Bridges (Tej Parker), Jordana Brewster (Mia Toretto), Dijmon Hounsou (Mosi Jakande), Ronda Rousey (Kara), Nathalie Emmanuel (Ramsey), Kurt Russell (Nessuno), Jason Stratham (Deckard Shaw), Elsa Pataky. (Elena Neves)

Soggetto

E' passato un anno dal ritorno negli Stati Uniti, Dominic Torretto e i suoi amici cercano di adattarsi ad un vita tranquilla. Ma la relativa calma è disturbata da Deckard Shaw, un killer delle forze speciali inglesi deciso a vendicare la morte del fratello Owen, ucciso durante l'ultima missione della squadra. L'unico modo per fronteggiare Deckard è nella possibilità di entrare in possesso di un dispositivo di tracciamento per conto del governo americano. L'oggetto sarà usato per localizzare Shaw e fermarlo prima che torni a uccidere di nuovo.

Valutazione Pastorale

Squadra che vince non si tocca ma farla tornare insieme è ogni volta più complicato. O, meglio, fin troppo lineare perché alla fine si tratta solo di 'inventarsi' il nemico di turno, l'occasione per dare a ciascuno e tutti la spinta giusta, e il gioco è fatto. Dominic e compagnia devono fronteggiare il malvagio Deckard. Eccoli pronti a partire, magari con la raccomandazione a Brian di restare tranquillo perché ci sono moglie, figlio piccolo e un altro in arrivo. Il mondo li aspetta, quelle zone del mondo che fanno spettacolo, dove si possono inventare corse, scontri, acrobazie. E cosi va avanti, per oltre due ore: adrenalina allo stato puro, niente pensiero, niente verosimiglianza, nessuna aderenza alla realtà. Poi succede che proprio questa interviene a spezzare l'equilibrio della finzione. Paul Walker muore davvero in un incidente. Tecnologia e effetti speciali intervengono per portare a termine il film. E per costruire un omaggio commosso all'amico. Così, senza preavviso, questo numero 7 resta un momento importante nella saga e nello sdoppiamento vero/falso. Omaggio al cinema incapace di arrendersi, neanche alla morte. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e nell'insieme semplice.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in successive occasioni, come grande spettacolo senza un attimo di tregua.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film