FEDELE ALLA LINEA – Giovanni Lindo Ferretti

Valutazione
Consigliabile, Problematico, Adatto per dibattiti
Tematica
Amicizia, Educazione, Famiglia, Famiglia - genitori figli, Malattia, Morte, Musica, Politica-Società, Storia, Tematiche religiose
Genere
Documentario
Regia
Germano Maccioni
Durata
74'
Anno di uscita
2013
Nazionalità
Italia
Distribuzione
ACEC (in DVD per il circuito delle sale della comunità)
Musiche
CCCP, CSI, Lorenzo Esposito Fornasari
Montaggio
Walter Cavatoi, Germano Maccioni

Orig.: Italia (2013) - Sogg. e scenegg.: Germano Maccioni - Fotogr.(Panoramica/a colori): Marcello Dapporto - Mus.: CCCP, CSI, Lorenzo Esposito Fornasari - Montagg.: Walter Cavatoi, Germano Maccioni - Dur.: 74' - Produz.: Ivan Olgiati, Stefania Marconi per Articolture in associazione con Apapaja (produttore associato: Simone Bachini).

Interpreti e ruoli

Giovanni Lindo Ferretti (se stesso)

Soggetto

Da musicista Giovanni Lindo Ferretti ha fatto parte di band di culto: CCCP, Fedele alla linea, CSI, PGR. Palcoscenici, teatri, il successo, poi la malattia e intorno lo sgretolarsi dell'ideologia comunista. Il ritorno a casa, sugli Appennini, per recuperare la suggestione di un ambizioso progetto, il Canto dei Canti: un'opera per narrare il legame antico tra uomini, cavalli, montagne.

Valutazione Pastorale

Dal pubblico al privato, questo ritratto restituisce le cento sfaccettature di Giovanni Lindo Ferretti, personalità poliedrica, incontenibile, provocatoria e riflessiva. L'intervista significa mettere a nudo se stessi. Ferretti ci riesce secondo uno stile che la regia di Maccioni frammenta, scandisce, arricchisce. Ne esce una timida, coerente biografia dall'infanzia dalle suore al Sessantotto, al viaggio in Mongolia, alla morte quasi sfiorata, ad una nuova vita in simbiosi con la Natura. Fertetti cantante, poeta, artista, tra riflessioni, confronti, bilanci. Errori, slanci passionali, la certezza di mantenere coerenza per una vita che va incontro al bene e al male con lo stesso entusiasmo vitale. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile, problematico e adatto per dibattiti.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e, più opportunamente, in occasioni mirate per avviare riflessioni sui tanti spunti attuali che la vita di Ferretti suggerisce.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV