FREEFALL – CADUTA LIBERA

Valutazione
Inaccettabile, Crudo
Tematica
Genere
Spionaggio
Regia
John Irvin
Durata
99'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
FREEFALL
Distribuzione
Betacom
Soggetto e Sceneggiatura
David Zito, Les Weldon
Musiche
Lee Holdridge
Montaggio
Graham Walker

Sogg. e Scenegg.: David Zito, Les Weldon - Fotogr.: (panoramica/a colori) Yossi Wein - Mus.: Lee Holdridge - Montagg.: Graham Walker - Dur.: 99' - Produz.: David Zito, Les Weldon

Interpreti e ruoli

Eric Roberts (Grant Orion), Jeff Fahey (Dex Dellum), Pamela Gidley (Katy Mazur), Ron Smerzcak (John Horner), Anthony Fridjhon (Raul), Leslie Fong (Hustler), Teo Leplat (Ed Jacobs), James Whyle, Terri Norton, Patrick Bands, Todd Jensen, Warrick Grier, Lucky Shabangu

Soggetto

inviata dal fidanzato e direttore di una rivista di New York per cui lavora, Dex Dellum, a fotografare il raro falco "Taita" in Africa, Katy Mazur qui si innamora di Grant Orion, aitante stunt-man che ama gettarsi col parapendio dall'orlo del vicino Canyon da cui scendono cascate spettacolari. Ma mentre l'uomo sparisce, dopo un focoso incontro, lei viene drogata da un misterioso albino, ospite dell'albergo, ed allo scalo di Londra, prima di rientrare negli Stati Uniti, la polizia la perquisisce e le ritira il passaporto e le foto. Dex accorre per aiutarla e le fa restituire le foto. Frattanto a Kate arriva un invito di Grant a pranzo, durante il quale tentano di sparargli, e dopo una fuga rocambolesca accompagnata da uccisioni a catena, entrambi sfuggono ai killer. L'uomo le rivela di lavorare in incognito per l'Interpol, che ha cercato, usando lei, di impossessarsi della lista dei suoi killer professionali, ormai inutili dopo il nuovo assetto est-ovest dello spionaggio. Katy rivela tutto a Dex e all'addetto dell'ambasciata, ma nel campo di golf dove avviene l'incontro, spiato da Grant, ha luogo una carneficina, con la morte di Dex. Sfuggiti alla cattura, Katy e Grant si rifugiano nel nascondiglio di Orion, ricavato in un capannone abbandonato in periferia. Mentre cercano invano la lista tra le foto della donna, sopraggiunge un commando, che viene debellato, ma all'uscita i due vengono catturati da un sedicente funzionario dell'Interpol che promette protezione a Katy, che non si fida e dà, sull'aereo che li trasporta verso i Pirenei, una pistola a Orion che riesce a fuggire, una volta atterrati, in montagna. Condotta dal capo, Katy si trova davanti il redivivo Dex, il vero mandante dell'operazione di spionaggio, che l'ha usata per impossessarsi della lista, e la sottopone allo stesso trattamento dell'albino in Africa. La droga che le inietta fa esporre alla donna i nomi della lista dei killer, registrata nella sua memoria. Ma Orion, sopraggiunto, lega ed imbavaglia Dex e porta via Katy ancora stordita. Ma Dex si libera e ingaggia con Orion una furibonda lotta che termina con la sua caduta dall'alto di una roccia. La polizia francese porta in salvo Katy e Grant, che si ritroveranno, liberi e sotto falsa identità, alle Hawaii in attesa che tutti i killer vengano eliminati.

Valutazione Pastorale

le effusioni tra lo stunt-man e la fotografa sono senz'altro scabrose; inoltre gli ammazzamenti, che nei film di spionaggio sono spesso temperati da notazioni tra l'ironico e lo spettacolare, e dalla cornice grottesca ed esagerata del tutto, qui sono solo un'esibizione di violenza. Valide la spettacolare sequenza iniziale, con il salto dalla cascata Angel dello stunt che fa da controfigura, e qualche bella immagine naturale in Venezuela ed in Africa. Per il resto la storia è tra le più farraginose mai viste, con una serie di complicazioni escogitate per rendere oscuro l'aspetto "giallo" del film e che lo fanno diventare più confuso e arzigogolato che mai.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film