GENERAZIONI

Valutazione
Futile, Banalità
Tematica
Genere
Fantastico
Regia
David Carson
Durata
117'
Anno di uscita
1995
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
STAR TREK GENERATIONS
Distribuzione
U.I.P.
Soggetto e Sceneggiatura
Rick Berman, Ronald D. Moore, Brannon Braga Basato su "Star Trek" ideato da Gene Roddenberry
Musiche
Dennis Mc Carthy
Montaggio
Peter E.Berger

Sogg.: Basato su "Star Trek" ideato da Gene Roddenberry - Scenegg.: Rick Berman, Ronald D. Moore, Brannon Braga - Fotogr.: (scope/a colori) John A.Alonzo - Mus.: Dennis Mc Carthy - Montagg.: Peter E.Berger - Dur.: 117' - Produz.: Rick Berman

Interpreti e ruoli

Patrick Stewart (Jean-Luc Picard), Jonathan Frakes (William Riker), Brent Spiner (Data), Michael Dorn (Worf), Levar Burton (Geordi La Forge), Malcom Mc Dowell (Dottor Soran), William Shatner (James T. Kirk), Gates Mc Fadden, Marina Sirtis, James Doohan, Walter Koenig, Barbara March, Gwynyth Walsh, Alan Ruck, Whoopi Goldberg

Soggetto

nel XXIV secolo circolano tra i pianeti poderose astronavi: la più celebre è la "Enterprise" comandata da Jean-Luc Picard, che rende onore all'ex capitano James T.Kirk ora in pensione, a bordo per un viaggio. Picard ha con sé come vice William Riker, il tenente Data, un androide con un chip innestato nella calotta cranica, il tenente Geordi La Forge, che vede attraverso un visore speciale ed il tenente Worf, un "Klingon". A bordo vi è anche il perfido e spietato dottor Soran, uno scienziato alieno, il quale in altri tempi ha perduto moglie e figli sul suo pianeta (distrutto) e che ora aspira a trasferirsi su "Nexus", paradiso di benessere e felicità tra le galassie. Fra le astronavi in navigazione vi è anche quella di due sorelle aliene Klingon esse pure (Lursa e B'Etor) che ad un certo momento accettano a bordo Soran. Tutti hanno uno stupefacente denominatore comune: la dimensione temporale non esiste ed essi vanno e vengono nei secoli, vivendo quella del momento, ma anche retrocedendo in quella già vissuta. Per Picard e Kirk il problema urgente è quello di controllare il dottore e, comunque, evitare una "stringa di energia", una minaccia permanente che turba gli spazi galattici come una improvvisa marea, tanto più che, avvalendosi della occasione, Soran ha deciso di far esplodere una stella del "Sistema Meridiano". Mentre l' "Enterprise" plana per un gravissimo guasto su di un astro, Picard si ritrova a terra con quella che dovrebbe essere la sua famiglia e l'anziano comandante Kirk nella sua casa di campagna, dove un tempo viveva la moglie ed il superstite è ora soltanto il fido cane-lupo. Ambedue credono di esser su "Nexus", dove tutto dovrebbe essere sinonimo di pace. Ma qui c'e Soran: questi si è costruito in una zona montagnosa e rocciosa un suo missile personale e vuole eliminare tutti. Nella lotta con questi Kirk muore mentre Picard riesce a far esplodere l'ordigno e con esso lo scienziato. L' "Enterprise" è ormai da considerarsi irrecuperabile. Ma il suo mito non può, né deve, morire: grazie ai prodigiosi progressi della tecnologia, una nuova astronave battente quel nome viaggia sempre fra le galassie, per mantenere stretti i rapporti esistenti tra i cittadini della Federazione interplanetaria.

Valutazione Pastorale

il film diretto da David Carson nasce direttamente dalla serie televisiva "Star Trek". Le varie "generazioni" presentano nomi e volti notissimi di uomini e donne della grande avventura spaziale: comandanti valorosi, alieni ed androidi, tecnici agguerriti. Nei secoli che hanno preceduto il 2000 il mistero da decifrare era quello dei Mondi Nuovi, da vincere con caravelle o vascelli. Ora la sfida è al “Tempo”. Non si viaggia più nello spazio, è la dimensione temporale quella da sconfiggere. L' "Enterprise" è il simbolo del coraggio e della perenne ansia di ricerca e conoscenza che marca gli esseri umani. È noto che la serie televisiva annovera milioni di teleutenti, perché il cinema fantastico attira e seduce sempre. Malauguratamente il film è deludente, la sceneggiatura assai confusa mentre le banalità non mancano. Restano gli effetti speciali di cui si fa spreco, ma anche sotto questo profilo tecnico il film non genera emozioni.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film