GENITORI CERCASI

Valutazione
Accettabile, Semplice
Tematica
Famiglia - genitori figli
Genere
Fantastico
Regia
Rob Reiner
Durata
87'
Anno di uscita
1995
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
NORTH
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Alan Zweibel, Andrew Scheinman tratto dal libro di Alan Zweibel
Musiche
Marc Shaiman
Montaggio
Robert Leighton

Sogg.: tratto dal libro di Alan Zweibel - Scenegg.: Alan Zweibel, Andrew Scheinman - Fotogr.: (panora-mica / a colori) Adam Greenberg - Mus.: Marc Shaiman - Montagg.: Robert Leighton - Dur.: 87' - Produz.: Rob Reiner, Alan Zweibel

Interpreti e ruoli

Elijah Wood (North), Mathew McCurley (Winchell), Bruce Willis (L'Angelo custode), Jon Lovitz (Arthur Belt), Alan Arkin (Giudice Buckle), Julia Louis-Dreyfus (Madre di North), Jason Alexander (Padre di North), Kathy Bates, Graham Greene, Alexander Godunov, Dan Ackroyd, Kelly McGillis, Reba McEntire, Richard Belzer, Abe Vigoda

Soggetto

Il tredicenne North, additato a modello da tutto il circondario e snobbato dai suoi genitori, persi nei pensieri e nelle liti di tutti i giorni, si reca, per consolarsi, nel suo rifugio segreto: questo è caratterizzato dalla pol-trona di un grande magazzino, dove è avvicinato da un uomo travestito da coniglio, una specie di angelo custode, cui confida il progetto di offrirsi come figlio ad una coppia di genitori in grado di capirlo. Stimolato dal dia-bolico Winchell, l'amico che dirige il giornalino della scuola, si procura un avvocato, Arthur Belt, e fa causa ai genitori. Il giudice Buckle consente a North di trovarsi un'altra coppia entro il 1º settembre successivo altrimenti, a meno che non torni dai suoi genitori, andrà in orfanotrofio. L'iniziativa di North, sponsorizzato da Winchell, diventa un business. E' il bambino più famoso d'America: tutti lo vogliono, dalla coppia texana straricca che lo vuole grasso come il figlio defunto, a quella hawaiana che vuole sfruttarne l'immagine per publicizzare l'isola, a quella eschimese che abbbandona il nonno troppo vecchio sulla banchisa. Intanto l'effetto North si fa sentire: i bambini cominciano a ribellarsi ai genitori, sempre più arrendevoli alle loro esigenze. Winchell pianifica addirittura un abbassamento dell'età per il voto, per far eleggere Belt a Presidente. Frattanto North scarta una coppia Amish, una pechinese, una zairese, ed una parigina. Finalmente sembra aver trovato a New York, nei Nelson, con due figli e un cane, il nido familiare ideale. Ma poi prevale il desiderio di stare da solo a riflettere, e North va a New York, dove Winchell, vedendolo ormai come una mina vagante nel colossale giro di affari eretto grazie alla sua vicenda, lo vuole far uccidere da Al, un genito-re infuriato che vuole vendicarsi. Ma un compagnetto collaboratore di Win-chell gli dà la cassetta originale con l'appello dei genitori perché torni con loro, cosa che, un istante prima che scada il termine, vorrebbe fare, se i ragazzini infuriati non lo assalissero per il tradimento. Ma destandosi nel suo rifugio al supermarket, si accorge di aver sognato.

Valutazione Pastorale

Favoletta che indubbiamente trabocca di buone intenzioni, ma che continua a scadere nel bozzetto semplicistico, per non dire sempliciotto, con figure assai primitive come Winchell e l'avvocato, un semideficiente assolutamente improbabile. Va bene che siamo in un sogno ed in un clima di fiaba, ma qualcosa di più credibile si potrebbe anche tirar fuori, visto che Rob Reiner è un noto regista. Certo, il problema del rappor-to dei genitori coi figli adolescenti non è da poco, e la soluzione pur essendo positiva, così come è presentata non è che riveli particolari doti di persuasio-ne. Restano le buone intenzioni, la satira di certi ambienti statunitensi e della corsa al potere ed al denaro, la critica all'abbandono degli anziani. Un film comunque che pastoralmente non crea problemi, e che si può senz'altro accettare.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film