GHOST – FANTASMA *

Valutazione
Accettabile-riserve, Brillante
Tematica
Morte, New age
Genere
Fantastico
Regia
Jerry Zucker
Durata
116'
Anno di uscita
1990
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
GHOST
Distribuzione
U.I.P.
Soggetto e Sceneggiatura
Bruce Joel Rubin
Musiche
Maurice Jaffe
Montaggio
Walter Murch

Sogg. e Scenegg.: Bruce Joel Rubin - Fotogr.: (normale/a colori) Adam Greenberg - Mus.: Maurice Jaffe - Montagg.: Walter Murch - Dur.: 116' - Produz.: Howard W. Koch

Interpreti e ruoli

Patrick Swayze (Sam Wheat), Demi Moore (Molly Jensen), Whoopi Goldberg (Oda Mae Brown), Tony Goldwyn (Carl Bruner), Rick Avres (Willie Lopez), Susan Breslav (Susan), Martina Degnan (Rose), Phil Leeds, Angelina Estrada

Soggetto

Sam Wheat e Molly Jensen due felici innamorati, che vivono insieme a New York, hanno appena deciso di sposarsi, quando una notte, in una strada solitaria, vengono affrontati da uno sconosciuto rapinatore armato, che uccide Sam. Molly è disperata e ignora che accanto a lei c'è sempre la costante e amorosa presenza del fantasma di Sam: non lo vede e non sente le sue parole. Sam frattanto scopre presto con dolore che il suo assassino, il portoricano Willie Lopez è stato appositamente pagato dal suo migliore amico e collega Carl Bruner per impedirgli di scoprire in banca un intrigo (per riciclare il denaro sporco), da lui combinato insieme a dei mafiosi. Poichè Carl continua a cercare inutilmente, di nascosto in casa di Sam un'agendina, che gli permetterebbe di usare il computer del morto per appropriarsi dei soldi, il fantasma comprende che la vita di Molly è in pericolo, e vuole proteggerla. Non potendo comunicare direttamente con lei, trova una medium di colore, Oda Mae Brown, che finora è stata solo una ciarlatana, ma ha invece dei veri poteri paranormali, e che, dopo molta riluttanza, si decide ad aiutarlo. Il fantasma guida quindi Oda Mae in un'abile operazione di banca che priva Carl del denaro che viene poi consegnato alle suore per un'opera di carità. Molly, intatto, persuasa della presenza di Sam accanto a sè e dell'aiuto sincero che Oda le dà, ha avvertito la polizia di quanto accade, ma non viene creduta. Alla fine, dopo aver rischiato di essere uccisa da Carl e Willie i quali, terrorizzati temendo la vendetta della mafia, danno loro la caccia, sperando di rientrare in possesso del denaro, le due donne sono salvate dal fantasma di Sam. Willy e poi Carl muoiono incidentalmente, e le loro anime vengono subito ghermite dai neri spiriti del male. Sam, invece, dopo aver finalmente potuto comunicare con Molly, per mezzo di Oda, e averle detto tutto il suo amore, deve lasciarla per sempre, e viene accolto dai luminosi spiriti del bene.

Valutazione Pastorale

in questo brillante film di Jerry Zucker, un'abile mescolanza di vicenda patetica e di giallo viene messo in grande risalto l'amore profondo oltre la morte, che unisce Sam a Molly. Sono importanti le parole di Sam, al momento del definitivo addio a Molly, quando la esorta a serbare sempre il suo amore nel cuore. Tutto ciò è trattato con una certa finezza, anche se in modo piuttosto superficiale. Le riserve vengono motivate da alcune situazioni, e soprattuto dal rapporto fra il fantasma e i viventi, perchè si nota qualche inopportuna mescolanza fra magia e religione, nelle parti che riguardano la medium. Buona l'interpretazione di Demi Moore (Molly) e ottima quella di Whoopi Goldberg (Oda Mae). Meno efficace Patrick Swayze (Sam), che appare un po' troppo attonito. Di grande abilità gli effetti speciali.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film