HALLOWEEN 4 – IL RITORNO DI MICHAEL MYERS

Valutazione
Inaccettabile, Aberrante
Tematica
Genere
Horror
Regia
Dwight H. Little
Durata
99'
Anno di uscita
1992
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
HALLOWEEN 4 - THE RETURN OF MICHAEL MYERS
Distribuzione
Artimm
Soggetto e Sceneggiatura
Dhani Lipsius, Larry Rattner, Benjamin Ruffner, Alan B. Mc Elroy Alan B. Mc Elroy
Musiche
Alan Howarth
Montaggio
Curtiss Clayton

Sogg.: Alan B. Mc Elroy - Scenegg.: Dhani Lipsius, Larry Rattner, Benjamin Ruffner, Alan B. Mc Elroy - Fotogr. :(panoramica/a colori) Peter Lyons Collister - Mus.: Alan Howarth - Montagg.: Curtiss Clayton - Dur.: 99' - Produz.: Paul Freeman

Interpreti e ruoli

Donald Pleasence (Dottor Loomis), Ellie Cornell (Rachel Carruthers), Danielle Harris (Jamie Lloyd), George P. Wilbur (Michael Myers), Michael Pataki (Dottor Hoffman), Beau Starr (Sceriffo Meeker), Kathleen Kinmont (Kelly), Sasha Jenson (Brady), Gene Ross, Carmen Filpi, Karen Alston

Soggetto

1988, Stati Uniti. Mentre viene trasferito dal manicomio criminale dove è recluso da 10 anni, per aver ucciso 16 persone, tentando, invano di uccidere la sorella, il maniaco omicida Michael Myers riesce a fuggire e a raggiungere la cittadina di Haddonfield, nell'Illinois, dove il medico che lo ha catturato a suo tempo, Loomis, sospetta voglia uccidere ora la nipotina Jamie Lloyd. Costei vive con i genitori adottivi, i Carruthers, ed è accudita dalla Rachel, la sorellastra. Loomis trova Myers in un autogrill, dove ha massacrato tutti e tenta invano di fermarlo, mentre l'edificio salta in aria. In città, dove si festeggia Halloween, mentre un certo Al, avvertito da Loomis, e memore delle imprese di Michael, improvvisa una caccia all'uomo con dei concittadini, uccidendo per sbaglio un barbone, Loomis convince lo sceriffo Meeker a cercare Jamie, in giro con Rachel, e la trovano prima che Myers possa raggiungerla. Barricatasi nella casa dello sceriffo, la cui figlia Kelly si sollazza con Brady, il ragazzo di Rachel, vengono assaliti da Myers che, approfittando dell'uscita di Loomis e Meeker, uccide l'agente di guardia, Kelly e Brady. Rachel scappa con Jamie, e con Loomis si rifugia nella scuola, dove il maniaco riesce ad afferrare la bimba, ma viene stordito con lo schiumogeno antincendio da Rachel. Saliti sul furgone di Al, vengono assaliti da Myers che vi si è aggrappato, e Rachel riesce a far cadere l'uomo a terra e ad investirlo. La polizia, sopraggiunta, crivella di colpi l'uomo, ma prima di morire Jamie gli sfiora la mano. Costei tornata a casa, pugnala, tra l'orrore di tutti, Rachel che l'ha salvata.

Valutazione Pastorale

nel sottobosco della coscienza collettiva statunitense allignano da anni vari mostri e mostriciattoli, che letteratura e cinema creano a getto continuo per abbindolare gli ingenui ed i deboli. Naturalmente figure come il drago, la strega e l'orco sono ben più antichi del cinema, ma mentre la strega cattiva delle fiabe moriva definitivamente, la perversione di queste odierne favole cinematografiche consiste in una sorta di divinizzazione personificata del male, che via via si incarna, (e viene in mente un 'ulteriore aberrazione a base di nozioni buddiste mal digerite, tipiche di certe sette religiose) in personaggi repellenti o terrorizzanti, la cui crudeltà è pari all'impossibilità di distruggerli completamente. Michael Myers è un essere mostruosamente deformato dalle ustioni (ma che almeno ha il buon gusto di celarsi sotto una spettrale maschera), per dedicarsi con dedizione totale al massacro del suo prossimo; tutti i mezzi, naturalmente, sono validi: essendo dotato di una forza fuori del comune, predilige spiccare di sua mano la testa dal busto alle sue vittime, ma non disdegna di infilzarle con un fucile usato come spiedo. Il film, assai macchinoso, è naturalmente la solita sequela di angosciose (o presunte tali) e raccapriccianti sequenze.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film