I FRATELLI SKLADANOWSKY *

Valutazione
Accettabile, Semplice
Tematica
Genere
Documentario
Regia
Wim Wenders con gli studenti della Hochschule Für Film di Monaco
Durata
79'
Anno di uscita
1996
Nazionalità
Germania
Titolo Originale
DIE GEBRÜDER SKLADANOWSKY
Distribuzione
Playbill Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
Wim Wenders
Musiche
Laurent Petigand
Montaggio
Peter Przygodda

Sogg. e Scenegg.: Wim Wenders - Fotogr.: (Normale/a colori b.n.) Jürgen Jurges - Mus.: Laurent Petigand - Montagg.: Peter Przygodda - Dur.: 79' - Produz.: Wim Wenders, Veit Helmer, Wolfgang Längsfeld

Interpreti e ruoli

Udo Kier (Max Skladanowsky), Nadine Buttner (Gertrud Skla-danowsky), Christoph Merg (Eugen Skladanowsky), Otto Kuhnke (Emil Skladanowsky), Lucie Hürtgen Skladanowsky (Lucie Skladanowsky)

Soggetto

Quando, verso la fine del secolo scorso, in varie parti del mondo ingegneri e inventori cercavano di dare movimento alle immagini, nel 1892 a Berlino i fratelli Skladanowsky mettono in atto fotografie viventi con una macchina fotografica che si erano costruiti da soli. Tre anni dopo costruisco-no un proiettore che chiamano Bioskop. Il 1 novembre 1895 proiettano ad un pubblico pagante un programma composto da otto brevi scene. Sono quasi due mesi prima del 28 dicembre 1895, quando a Parigi i fratelli Lumiere organizzarono quella che passa comunemente come la prima proiezione pub-blica della storia del cinema.

Valutazione Pastorale

Il film ricostruisce quegli anni in cui il cinema cominciò a farsi conoscere dal pubblico, alternando i momenti storici ad interviste che il regista Wenders e alcuni allievi della scuola di Monaco rea-lizzano alla figlia di Max Skladanowsky, Lucie, ottuagenaria. Il tono è gra-devole, c'è grande sensibilità nel recupero di quegli anni e di quelle atmosfe-re. Wenders si dimostra ancora una volta uomo di cinema totale e coerente, appassionato e fantasioso. Dal punto di vista pastorale, il film si presenta in maniera semplice e apprezzabile, con molto amore per il ruolo di sviluppo e di conoscenza svolto dal cinema a partire dalla sua nascita. Utilizzazione: Per la sua particolarità, il il film è difficilmente utilizzabile in programmazione ordinaria. Si propone infatti come un tipico film di studio e di riflessione, per appassionati, studenti di cattedre di cinema, cineforum e circoli del cinema. Vi traspare anche un certo sapore di rivincita della Ger-mania, di aver inventato il cinema prima dei francesi Lumiere.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV