IL CASO THOMAS CRAWFORD

Valutazione
Accettabile, problematico *
Tematica
Giallo - Triller, Matrimonio - coppia
Genere
Thriller
Regia
Gregory Hoblit
Durata
113'
Anno di uscita
2007
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Fracture
Distribuzione
Eagle Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Daniel Pyne, Glenn Gers Daniel Pyne
Musiche
Jeff Danna, Mychael Danna
Montaggio
David Rosenbloom

Orig.: Stati Uniti (2007) - Sogg.: Daniel Pyne - Scenegg.: Daniel Pyne, Glenn Gers - Fotogr.(Scope/a colori): Kramer Morgenthau - Mus.: Jeff Danna, Mychael Danna - Montagg.: David Rosenbloom - Dur.: 113' - Produz.: Charles Weinstock.

Interpreti e ruoli

Anthony Hopkins (Thomas Crawford), Ryan Gosling (Willy Beachum), David Strathairn (Joe Lobruto), Rosamunde Pike (Nikki Gardner), Embeth Davidtz (Jennifer Crawford), Billy Burke (detective Robert Nunally), Cliff Curtis. (detective Flores), Fiona Shaw (giudice Robinson), Bob Gunton (giudice Gardner), Zoe Kazan . (Mona)

Soggetto

Giovane assistente alla Procura Distrettuale, Will Beachum accetta di occuparsi di un crimine a sfondo passionale che sembra fin troppo semplice: Thomas Crawford ha ucciso la moglie Jenny, dopo aver scoperto la sua relazione con un altro, e subito si é dichiarato colpevole al detective Nunnally, giunto per primo sul posto. Ma quello che sembrava semplice, poco dopo si rivela complicato. Crawford avanza una serie di eccezioni che mettono a dura prova la pazienza di Will. Che alla fine riuscirà ad incastrarlo, ma solo con un nuovo, differente processo.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un thriller ben congegnato, incentrato non sul colpevole da trovare ma sulle prove da individuare per incastrarlo. Il racconto scorre serrato sul filo di un confronto che diventa via via sfida psicologica sempre più sottile e accurata. La ricerca della verità diventa per il giovane un punto di orgoglio dal quale non può più prescindere. Buone le atmosfere, azzeccate le interpretazioni, necessarie a dare credibilità ad un copione che ha bisogno di molta compattezza realizzativa per mantenere la suspence fino alla fine. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come accettabile, e anche problematico in ordine ai temi morali del confronto tra verità e menzogna. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e recuperato in altre circostanze come prodotto di valida confezione professionale. Attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film