IL GIORNO DELLA CRISALIDE

Valutazione
Discutibile, Crudezze
Tematica
Genere
Fantastico
Regia
Nico Mastorakis
Durata
96'
Anno di uscita
1990
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
NIGHTMARE AT NOON
Distribuzione
Eagle Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Niko Mastorakis, Kirk Ellis
Musiche
Stanley Myers, Hans Zimmer
Montaggio
Nico Mastorakis, George Rosemberg

Sogg. e Scenegg.: Niko Mastorakis, Kirk Ellis - Fotogr.: (normale/a colori) Nico Mastorakis - Mus.: Stanley Myers, Hans Zimmer - Montagg.: Nico Mastorakis, George Rosemberg - Dur.: 96' - Produz.: Omega Entertainment

Interpreti e ruoli

Wings Hauser (Ken Griffiths), Bo Hopkins (Reilly), K. Back (Sheri Griffiths), George Kennedy (Hanks), Kimberly Ross (Julia Hanks), Brion James, Neal Wheeler, David Christiansen, Mark Haarman

Soggetto

una notte, in un isolato villaggio degli Stati Uniti, dopo il misterioso arrivo di un Albino vestito di bianco e dei suoi uomini, molti degli abitanti vengono colti da un'improvvisa follia omicida, che provoca subito numerose morti. Inoltre le automobili e i telefoni della zona non funzionano più, cosicchè il paese resta isolato. In seguito all'avaria del proprio camper, sono appunto rimasti bloccati nel villaggio il giovane avvocato Ken Griffiths e sua moglie Sheri, con l'autostoppista Reilly. Al bar i tre vengono coinvolti dalla improvvisa furia dell'anziano Charly, che assale alcune persone (fra cui l'avvocato, che è salvato da Reilly), e uccide infine anche il proprio figlio poliziotto, finchè viene ammazzato dallo sceriffo Hanks. Si nota che il sangue del folle è verde, come appare in seguito verde quello che hanno tutti i pazzi. Intanto anche la moglie di Griffiths impazzisce e viene perciò rinchiusa in prigione, mentre lo sceriffo, aiutato dalla figlia Julia (che è agente di polizia), da Griffiths e da Reilly, cerca di fronteggiare la misteriosa catastrofe. È presto chiaro che la follia omicida è causata da qualche misteriosa sostanza immessa nell'acqua potabile, e che è in atto nella zona un esperimento segreto, che servirà per una futura guerra chimica. A causa di alcune tracce rinvenute, Hanks crede che tale esperimento sia opera di un'organizzazione americana, ma poi resta ucciso nell'esplosione di un'auto, mentre combatte eroicamente contro individui armati di lanciafiamme. Dopo la morte del padre, Julia decide di lasciare la polizia, e consegna il distintivo da sceriffo a Reilly, del quale è innamorata. Poichè il terribile esperimento è riuscito ed è ormai finito, l'Albino si rifugia sulle montagne, vicine, dove uccide i suoi uomini (per distruggere le prove di quanto è accaduto) e si prepara a fuggire con un elicottero. Reilly lo raggiunge, si batte con lui e lo sconfigge, poi lo obbliga ad inghiottire il terribile veleno verde, che fa impazzire, e lo abbandona solo sulle rocce. Infine Reilly, salutata Julia, che vorrebbe trattenerlo, riparte insieme a Griffiths e a sua moglie, che è guarita.

Valutazione Pastorale

un film assai deludente, un pasticcio avventuroso, in cm il soggetto, confuso, anche perché mancante di alcuni necessari passaggi logici, non può sostenersi validamente. Essendo poi assai carente la regia nella direzione degli attori, neppure interpreti abili come Kennedy ed Hopkins riescono convincenti, mentre gli altri sono del tutto inespressivi. Suggestivi sono gli splendidi paesaggi delle montagne, fotografati assai bene, e alcune scene d'azione, come quella del duello fra i due elicotteri in mezzo alle rocce. Oltre alla molta violenza di tanti brani, è da notare, poi, che dopo lo scontro finale fra Reilly e l'Albino, il vincitore si comporta verso il vinto in modo particolarmente crudele.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV