IL MIO ANGOLO DI PARADISO

Valutazione
Futile, superficiale
Tematica
Donna, Famiglia - genitori figli, Malattia, Morte
Genere
Commedia
Regia
Nicole Kassell
Durata
106'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
A Little Bit of Heaven
Distribuzione
Moviemax
Musiche
Heitor Pereira
Montaggio
Stephen A. Rotter

Orig.: Stati Uniti (2010) - Sogg. e scenegg.: Gren Wells - Fotogr.(Scope/a colori): Russell Carpenter - Mus.: Heitor Pereira - Montagg.: Stephen A. Rotter - Dur.: 106' - Produz.: John Davis, Mark Gill, Robert Katz, Neil Sacker, Adam Schroeder.

Interpreti e ruoli

Kate Hudson (Marley Cooper), Gael Garcia Bernal (Julian Goldstein), Kathy Bates (Beverly Corbett), Lucy Punch (Sarah Walker), Whoopy Goldberg (Whoopy/Dio), Peter Dinklage (Vinnie), Romany Malco (Peter Cooper), Treat Williams (Jack Corbett), Steven Weber (Rob Randolph), Alan Dale (dott. Sanders)

Soggetto

Donna indipendente e di successo nel campo della pubblicità, Marley si vede diagnosticato un tumore al colon con pochi mesi di vita. Mentre le amiche cercano di farle continuare la vita come se niente fosse, lei accetta di uscire con Julian, il medico che l'ha curata. Con lui avvia una relazione, pur sapendo che sarà di breve durata. Prima del momento terminale della malattia, Marley fa visita al di sopra delle nuvole e parla con Whoopy, padrone di casa del cielo...

Valutazione Pastorale

La malattia, la morte, l'interruzione di rapporti e relazioni affettive: sono temi grossi, seri, difficili, e va bene. Ma questo ha ben poco ha che fare con la rinuncia programmatica ad un approccio almeno minimamente consistente, messo da parte a favore ahimé di un copione risolto solo nell'accumulo di situazioni lacrimevoli, colpi bassi emotivi, banalità di stucchevole buonismo. Piangere a comando quando non se ne può fare a meno è abbastanza deprecabile, soprattutto per la totale inverosimiglianza della storia e per la distanza che crea nei confronti di un barlume di verità. Un racconto quasi ricattatorio per un film che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come futile e del tutto superficiale.

Utilizzazione

Il film potrebbe essere utilizzato in programmazione ordinaria, ben tenendo presente quanto detto sopra sul suo tono di falsità emotiva. Attenzione è da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV