INKHEART – LA LEGGENDA DI CUORE D’INCHIOSTRO

Valutazione
Consigliabile, poetico
Tematica
Avventura, Film per ragazzi, Letteratura
Genere
Fantastico
Regia
Iain Softley
Durata
106'
Anno di uscita
2009
Nazionalità
Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti
Titolo Originale
Inkheart
Distribuzione
Eagle Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
David Lindsay Abaire tratto dal romanzo "Cuore d'inchiostro" di Cornelia Funke
Musiche
Javier Navarrete
Montaggio
Martin Walsh

Orig.: Stati Uniti/Gran Bretagna/Germania (2008) - Sogg.: tratto dal romanzo "Cuore d'inchiostro" di Cornelia Funke - Scenegg.: David Lindsay Abaire - Fotogr.(Scope/a colori): Roger Pratt - Mus.: Javier Navarrete - Montagg.: Martin Walsh - Dur.: 106' - Produz.: Iain Softley, Diana Pokorny, Cornelia Funke.

Interpreti e ruoli

Brendan Fraser (Mortimer Folchart), Paul Bettany (Dita di polvere), Helen Mirren (Elinor Loredan), Jim Broadbent (Fenoglio), Andy Serkis (Capricorno), Eliza Hope Bennett (Meggie Folchart), Rafi Gavron (Farid), Sienna Guillory (Resa)

Soggetto

Grande appassionato di libri, Mortimer ha il dono di dare vita ai personaggi dei libri stessi, leggendo ad alta voce le loro storie. In una libreria in Italia, Mortimer sente delle voci uscire da 'Inkheart', proprio il libro che lui cercava da quando sua figlia Meggie aveva tre anni e Resa, la mamma, era scomparsa all'interno del mondo fantastico di quelle pagine tra castelli medievali e strane creature. Ora Mortimer vuole utilizzare il libro per ritrovare la moglie, e non può fare a meno di coinvolgere anche Meggie, ormai dodicenne. Il piano però é ostacolato dal malvagio Capricorn. Disavventure di ogni genere aspettano padre e figlia (anche lei scopre di avere la stessa dote di Mortimer), prima di riuscire a riunirsi con l'amata Resa.

Valutazione Pastorale

Il romanzo "Inkheart - Cuore d'inchiostro" di Cornelia Funke é stato pubblicato con successo nel 2003. Sono seguiti "Inkspell" nel 2005 e "Inkdeath" nel 2008. Traduzione in venti lingue, presenza in tutto il mondo, e ora il film: una versione cinematografica simpatica e coinvolgente, perfettamente in linea con quel genere 'fantastico/avventuroso', che negli ultimi anni é riuscito a coniugare in modo egregio letteratura e immagine. Il tono affabulatorio é serio e convinto, si respira quell'aria di pura fantasia che é da sempre il segreto della grande letteratura per ragazzi. E non solo, naturalmente. Anche il copione riserva spunti, scorci, slanci che fanno spettacolo e riportano l'attenzione sul misterioso rapporto tra la pagina scritta e l'immaginazione che ci mettiamo noi lettori. Un bel film dunque che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come consigliabile e anche poetico.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e in seguito come proposta di intrattenimento di buon livello per bambini e ragazzi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film