LA LEGGENDA DI ZANNA BIANCA *

Valutazione
Accettabile, Semplice, Famiglie
Tematica
Film per ragazzi
Genere
Avventuroso
Regia
Ken Olin
Durata
105'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
WHITE FANG 2 - MYTH OF THE WHITE WOLF
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
David Fallon
Musiche
John Debney
Montaggio
Elba Sanchez

Sogg. e Scenegg.: David Fallon - Fotogr.: (normale/a colori) Hiro Narita - Mus.: John Debney - Montagg.: Elba Sanchez-Short - Dur.: 105' - Produz.: Preston Fischer

Interpreti e ruoli

Scott Bairstow (Henry Casey), Charmaine Craig (Lily Joseph), Al Harrington (Moses Joseph), Anthony Michael Ruivivar (Peter), Victoria Racimo (Katrin), Alfred Molina (Leland Drury), Paul Coeur (Adam John Hale), Geoffrey Lewis, Matthew Cowles

Soggetto

un amico di New York prega il giovane Henry Casey, cercatore d'oro, di recarsi in una località inesplorata della costa del Pacifico, per prendersi cura di una sua rudimentale proprietà. Henry vi si reca con il suo inseparabile Zanna Bianca, un cane-lupo eccezionale e fedelissimo. Quando vi giunge ha la sorpresa d'intravvedere qualcuno che esce dalla rustica abitazione e si allontana di soppiatto. Nell'inseguirlo, preceduto da Zanna Bianca , gli accade di perder di vista il fedele cane-lupo. Quando fa ritorno all'abitazione, sicuro che il cane ritroverà la strada e tornerà da lui, nota che il rustico è rimasto aperto e vi mancano alcune cose di cui gli aveva fatto parola l'amico. Trascorsa la notte, si rimette alla ricerca di Zanna Bianca: lo trova e con lui raggiunge un fiume. Percorrendolo in discesa, Henry precipita travolto da un'imponente cascata, che lo sbatte su una delle rive, ferito e svenuto. Riavutosi, si trova nella capanna di Moses Joseph, il capo degli indigeni Haida, dove viene curato dalla giovane Lily, sua figlia, che è riuscita a salvare anche Zanna Bianca, anch'esso travolto dalla cascata. Rilasciato da quella gente, primitiva ma pacifica, scopre che un finto reverendo, Leland Drury, li inganna per servirsene come lavoratori-schiavi in una miniera d'oro abbandonata. Sempre scortato dal fedele Zanna Bianca e con l'aiuto di Peter, un giovane indigeno, Henry affronta pericolose avventure per liberare gli Haida dalla miniera e smascherare il finto reverendo. Dopo la morte di questi, Henry, innamorato di Lily, decide di sposarla festeggiato dal fedele Zanna Bianca.

Valutazione Pastorale

il racconto è notevolmente esile e zeppo d'incongruenze, oltre che inverosimile, ma serve al regista per presentare il lupo Zanna Bianca in tutte le sue capacità, frutto di un addestramento attento e geniale. Insieme ad una cornacchia, la cagna Cinnamon ed un branco di pecore della montagna, Zanna Bianca è il vero protagonista. Il film vuole contrapporre l'onestà, i rapporti familiari ed il culto totemico della natura e dei suoi abitatori animali, nonchè della simbologia onirica, alla figura, sia pure fasulla, del finto predicatore ed il mondo di avidità e corruzione che egli rappresenta. Stupende le scenografie di maestosi paesaggi; valide le numerose sequenze spettacolari e bella la fotografia di Hiro Narita.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film