L’agenzia dei bugiardi

Valutazione
Brillante, Consigliabile
Tematica
Famiglia
Genere
Commedia
Regia
Volfango De Biasi
Durata
102'
Anno di uscita
2019
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
Id.
Distribuzione
Medusa Film
Soggetto e Sceneggiatura
Remake del film "Alibi.com", scritto da Philippe Lacheau, Julien Arruti e Pierre Dudan. Sceneggiatura: Fabio Bonifacci, Volfango De Biasi.
Fotografia
Manfredo Archinto
Musiche
Michele Braga
Montaggio
Stefano Chierchiè

Prod.: Medusa, Picomedia

Interpreti e ruoli

Giampaolo Morelli (Fred), Massimo Ghini (Alberto), Alessandra Mastronardi (Clio), Paolo Ruffini (Paolo), Herbert Ballerina (Diego), Diana Del Bufalo (Cinzia), Carla Signoris (Irene), Paolo Calabresi (Maurizio), Nicolas Vaporidis (Rodolfo), Antonello Fassari (Monsignore)

Soggetto

A Roma Fred è titolare di un’agenzia che fornisce alibi a quegli uomini che devono nascondere una scappatella. Un giorno si presenta in ufficio Alberto, elegante signore in difficoltà perché deve tacere alla moglie Irene la presenza della giovane amante Cinzia…

Valutazione Pastorale

Il punto di partenza è il film francese "Alibi.com", diretto nel 2015 da Philippe Lacheau. Sul soggetto originale, scritto dallo stesso Lacheau con Julien Arruti e Pierre Dudan, hanno lavorato Fabio Bonifaci e Volfango De Biasi, operando, per loro stessa ammissione, non poche modifiche. Il che equivale a dire che il plot, calato in atmosfere più vicine a noi, ha assunto un indirizzo più vicino a quella che è la commedia italiana dalle cadenze tipiche e riconoscibili. Lo sfondo infatti non si allontana dallo scenario fatto di sotterfugi e tradimenti coniugali che hanno segnato a lungo i meccanismi della comicità più leggera. Si va avanti tra equivoci, incomprensioni, scambi di persone in una girandola che riesce bene quando i personaggi rinunciano ad esagerazioni e restano su toni moderati. Si tratta comunque di una comicità media non disprezzabile ma con pochi guizzi di originalità. Va detto che a sostenere il peso del racconto contribuisce un cast variegato e di buona disponibilità, da Massimo Ghini a Alessandra Mastronardi, da Giampaolo Morelli a Carla Signoris. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e nell’insieme brillante.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria come esempio delle varie sfaccettature assunte di volta in volta dalla commedia italiana.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca Film - SerieTv
Ricerca Film - SerieTV