LE RISERVE

Valutazione
Inaccettabile, negativo
Tematica
Sport
Genere
Commedia
Regia
Howard Deutch
Durata
114'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The replacements
Distribuzione
Warner Bros Italia
Musiche
John Debney
Montaggio
Bud Smith, Seth Flaum

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg. e scenegg.: Vince McKevin - Fotogr.(Panoramica/a colori): Tak Fujimoto - Mus.: John Debney - Montagg.: Bud Smith, Seth Flaum - Dur.: 114' - Produz.: Dylan Sellers.

Interpreti e ruoli

Keanu Reeves (Shane Black), Gene Hackman (Jimmy McGinty), Rhys Ifans (Nigel), Brooke Langton (Annabelle), Orlando Jones (Clifford Franklin), Jack Warden (Edward O'Neil), Faizon Love, Jon Favreau

Soggetto

1987. I giocatori di football americano scendono in sciopero, le loro richieste non vengono accolte e si profila un blocco delle partite. Per scongiurare l'interruzione e così evitare di perdere tutti i conseguenti introiti televisivi e pubblicitari, la National Football League decide di fare ricorso ai semi-professionisti. Muovendosi su questa linea, Edward, anziano proprietario dei Sentinels di Washington, convoca Jimmy McGinty, allenatore in pensione, e gli affida il compito di mettere insieme una squadra per quel momento di emergenza. Ottenuta carta bianca, Jimmy chiama Shane Black, un quarterback fermatosi alle soglie del successo e ora datosi ad un modesto lavoro sul porto. Intorno a Shane nasce una formazione che affronta le partite decisive per accedere ai play-off finali. La prima contro Detroit è una sconfitta. Dopo una rissa e un arresto, la seconda esibizione si chiude con una vittoria contro San Diego. Mentre Shane si è innamorato di Annabelle, la responsabile delle cheerleader, arriva la terza partita contro Phoenix, ed é ancora una vittoria. Quando due titolari interrompono lo sciopero, Edward vuole reintegrarli, ma a questo punto Jimmy si oppone. Uno tuttavia rientra, e prende il posto di Shane nell'incontro decisivo con Dallas. Nell'intervallo, con la squadra in svantaggio, Shane arriva, il titolare viene allontanato, e nel secondo tempo la situazione si ribalta. Le riserve vincono ancora una volta.

Valutazione Pastorale

La commedia si basa su situazioni, motivazioni, argomenti tipicamente americani e oltremodo stereotipati: la seconda occasione, la prova d'orgoglio che vale una vita, il riscatto contro tutto e tutti, l'obbligo di vincere costi quel che costi. Partendo da queste premesse, la storia va avanti sulla costruzioni di modelli doppiamente negativi: le riserve in realtà scendono in campo con l'intento di aggiungere violenza alla violenza già notevole del football americano; il cosiddetto riscatto avviene all'insegna dello spregio di qualunque valore di riferimento e non può dunque essere considerato tale. Non c'é quindi denuncia degli aspetti deteriori di questo 'mondo' (a differenza di quanto accadeva in "Ogni maledetta domenica"), e il tono sostanzialmente leggero della storia fa passare per 'normale' tutto quello che segue: volgarità verbali, esibizionismo superfluo, una sensazione di violenza fine a se stessa. Dal punto di vista pastorale, il film si propone come un prodotto modesto e mal riuscito: inaccettabile, e negativo per le situazioni che caratterizzano la vicenda. UTILIZZAZIONE: il film é da escludere sia dalla programmazione ordinaria sia da altre proposte.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film