L’OLANDESE VOLANTE * *

Valutazione
Complesso, Discutibile, Dibattiti
Tematica
Genere
Metafora
Regia
Jos Stelling
Durata
128'
Anno di uscita
1996
Nazionalità
Olanda
Titolo Originale
DE VLIEGENDE HOLLANDER
Distribuzione
Mikado Film
Soggetto e Sceneggiatura
Hans Heesen, Jos Stelling George Brugmans, Jos Stel
Musiche
Nicola Piovani
Montaggio
August Verschueren

Sogg.: George Brugmans, Jos Stel-ling - Scenegg.: Hans Heesen, Jos Stelling - Fotogr.: (scope/a colori) Goert Giltaij - Mus.: Nicola Piovani - Montagg.: August Verschueren - Dur.: 128'- Produz.: Jos Stelling, Alain Keytsman, Christoph Meyer Wiel

Interpreti e ruoli

René Groothof (L'Olandese volante), Willy Vandermeulen (Netelneck), Gene Bervoels (Snackert), Veerle Dobbelaere (Lotte), Ingrid De Vos (Belle), Nino Manfredi (Campanelli), René Van't Hof (Il nano), Daniel Emilfork, Gerald Thoolen, Michiel Groothof, Josse De Pauw, Senne Rouf-faer, Bert André, Jan Steen

Soggetto

Nelle Fiandre nel 1568, un gruppo di iconoclasti che trasporta un'enorme testa bronzea viene trucidato dagli uomini dell'Inquisitore spa-gnolo. Solo un uomo con un ostensorio d'oro scampa e viene soccorso da Belle, la moglie del signorotto Netelneck. Sorpreso, mentre la seduce, dal marito, viene arrestato e legato nel pozzo nero del castello. Il menestrello ita-liano Campanelli, che ha seguito gli eventi, va nottetempo per liberarlo, ma l'uomo viene ucciso da Netelneck. Campanelli, seppellitolo, si dilegua. Belle partorisce un bastardo che viene allevato dalla piacente Lotte, suscitando la gelosia di Snackert, il figlio legittimo di Netelneck. Sette anni dopo Campa-nelli ricompare e si guadagna la fiducia del ragazzo bastardo cui fa credere che il padre sia l'Olandese Volante. Introdotto nel cortile, Campanelli cerca l'ostensorio d'oro nel letame ma vien sorpreso e accecato mentre il ragazzo viene imprigionato in un pozzo e solo quando Lotte sposa Snackert viene liberato. Campanelli torna per cercare l'ostensorio d'oro e fa affogare con l'inganno Netelneck nello sterco. Trascorsi molti anni il ragazzo è diventato un uomo: soprannominato da tutti l'Olandese è tornato per vuotare il pozzo e recuperare l'ostensorio d'oro. L'Inquisitore lo lascia fare, ma quando sta per catturarlo, Lotte lo salva e fugge con lui, cedendo alla passione. La coppia, giunta sulla costa, cerca di passare in Olanda vendendo la pisside, ma lui vie-ne aggredito da Snackert che si riprende Lotte. L'Olandese, trovata una nave arenata in una palude sorvegliata da un nano gliela compra, ma entrambi vengono catturati dai Mendicanti, soldataglia, e portati in Olanda, dove sono imprigionati. Il nano si guadagna la fiducia del direttore del carcere e l'Olan-dese quella dei compagni cui promette un posto sulla nave. Ma compie un tentativo di fuga e viene rinchiuso in un pozzo allagato dal perfido nano. Lotte visita il carcere e, vedendo addosso al nano la corazza da lei donata all'Olandese, riesce a farlo liberare e nascondere in una cella sotterranea, dove lo visita e gli rivela che ha avuto da lui un figlio. Pugnalato il nano, l'Olandese incontra il figlioletto e, mentre i suoi nemici lo cercano, gli rivela, prima di scomparire, di essere l'Olandese Volante.

Valutazione Pastorale

Metafora cupa e immaginifica questa di Jos Stel-ling, che dalle radici fiamminghe trae l'ispirazione per costruire immagini alla Bruegel, con volti e paesaggi immersi in colori ed atmosfere che sono insieme allusione ai dipinti di un tempo ed al dramma senza tempo cui l'esi-stenza umana sottopone i mortali. L'anelito alla libertà di chi è oppresso, dal-l'artista che inventa le sue storie, simbolizzato dall'italiano Campanelli, all'Olandese, straordinario archetipo che condensa in sé la fede incrollabile ed ingenua di un Parsifal rustico e folle, il bastardo reietto che infine riesce a spiccare il volo dalla prigione di ipocrisia ed ingiustizia in cui gli uomini lo rinchiudono con pervicace crudeltà. Il film finisce per avvincere, sempre però conservando un clima cupo, claustrofobico, ossessivo, appesantendo la metafora stessa.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film