MATRIMONI E ALTRI DISASTRI

Valutazione
Futile, superficialità
Tematica
Famiglia, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Nina di Majo
Durata
102'
Anno di uscita
2010
Nazionalità
Italia
Distribuzione
01 Distribution
Musiche
Carlo Crivelli
Montaggio
Giogiò Franchini

Orig.: Italia (2010) - Sogg. e scenegg.: Francesco Bruni, Antonio Leotti, Nina Di Majo - Fotogr.(Panoramica/a colori): Cesare Accetta - Mus.: Carlo Crivelli - Montagg.: Giogiò Franchini - Dur.: 102' - Produz.: Beppe Caschetto per ITC Movie, RAI Cinema.

Interpreti e ruoli

Margherita Buy (Nanà), Fabio Volo (Alessandro), Luciana Littizzetto (Benedetta), Francesca Inaudi (Beatrice), Marisa Berenson (Lucrezia), Mohammad Bakri (Bauer), Massimo De Francovich (Neri), Italo Dall'Orto (don Italo), Gianna Giachetti (Milena), Elisabetta Piccolomini (Chiara), Stefano Abbati (Enzo), Jarkko Pajunen (Sven), Antonio Petrocelli (Andreini), Sergio Forconi (Anselmo), Ncoletta Boris . (commessa lista di nozze)

Soggetto

A Firenze la quarantenne Nanà, che vive sola con un gatto e un ospite invadente, si trova senza volerlo ad organizzare il matrimonio della sorella Beatrice, in assenza di questa fuori per lavoro. Nanà così passa molto tempo con Alessandro, il futuro marito, uomo concreto e alquanto ruvido. Nell'affrontare questo impegno, Nanà ha l'occasione per fare una verifica di tutti gli aspetti della propria vita, amori, lavoro, amiche, genitori. Deve fare i conti con qualche amara sorpresa ma, quando arriva il giorno del matrimonio, Nanà può dire di conoscere meglio se stessa.

Valutazione Pastorale

Riguardo agli intenti, è giusto far parlare la regista: "...é il racconto di un mondo di donne e uomini che si cercano senza capirsi, personaggi fatti di contraddizioni, vivaci e timidi, arroganti e teneri, arrampicatori e romantici, repressi e creativi... Allo stesso tempo è anche una critica affettuosa ad una certa ricca borghesia, chiusa ed autoreferenziale, classista anche quando si dichiara democratica...". Da queste premesse si dipana un racconto a dire il vero alquanto sfilacciato e non sempre convincente. Per quanto girato con buon ritmo e ben recitato nei ruoli principali, il copione ha il fiato corto quando sulla intenzione di raccontare prevale la voglia di dimostrare. Siamo infatti alla consueta conclusione che "la vita è così", tutti tradiscono tutti, tutti hanno qualche segreto da rivelare, tutti in fondo sono animati dalle migliori intenzioni. Un atteggiamento di facile condiscendenza che induce a valutare il film, dal punto di vista pastorale, come futile e segnato da superficialità.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, ben tenendo presente quanto detto sopra sui suoi limiti. Attenzione é da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV