MR. MAGOO

Valutazione
Futile, semplicistico
Tematica
Genere
Farsesco
Regia
Stanley Tong
Durata
87'
Anno di uscita
1998
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
MR. MAGOO
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Pat Proft, Tom Sherohman ispirato al personaggio "Mr. Magoo" della Upa Productions of America
Musiche
Michael Tavera
Montaggio
Stuart Pappè, David Rawlins, Michael R.Miller

Sogg.: ispirato al personaggio "Mr. Magoo" della Upa Productions of America - Scenegg.: Pat Proft, Tom Sherohman - Fotogr.: (Normale/a colori) Jingle Ma - Mus.: Michael Tavera - Montagg.: Stuart Pappè, David Rawlins, Michael R.Miller - Dur.: 87' - Produz.: Ben Myror

Interpreti e ruoli

Leslie Nielsen (Quincy Magoo), Kelly Lynch (Luanne Leseur), Matt Keeslar (Waldo), Nick Chinlund (Bob Morgan), Stephen Tobolowsky (Chuck Stupack), (Gus Anders), Ernie Hudson (Austin Cloquet), Malcolm Mc Dowell (Stacey Sampanahoditra), Jennifer Garnier (Ortega Peru), Miguel Ferrer

Soggetto

Venuto in possesso di una preziosissima gemma rubata, l'eccentrico miliardario Quincy Magoo si trova al centro di un complotto organizzato dagli autori del furto per recuperare la pietra. Nel susseguirsi e nell'aggrovigliarsi di intrighi, si inseriscono agenti della CIA e dell'FBI, e poi altri ladri internazionali di gioielli e una serie colorita di criminali tutti a caccia dell'ineffabile Magoo. Il quale, senza sapere i rischi cui sta andando incontro, si trova ad affrontare l'affascinante e pericolosa Luanne Leseur, spietata ladra di gioielli che, aiutata dall'ottuso braccio destro Bob Morgan, accusa Magoo del furto della preziosa Stella del Kuristan, il rubino rubato che lei deve recuperare e riportare al boss Austin Cloquet. Magoo riesce a far fronte alle peripezie grazie all'aiuto del nipote Waldo, mentre la fidanzata di questi, Stacey, cerca in tutti modi di nascondere la notizia del furto al gangster colombiano Ortega, pronto a tutto pur di impossessarsi della gemma che vuole offrire come dono alla futura sposa. Alla fine , i cattivi vengono arrestati, la pietra torna ai legittimi proprietari, e Magoo torna nel fumetto da cui era uscito all'inizio.

Valutazione Pastorale

Il personaggio di Mr. Magoo, ricco, distratto, dalla vista corta, è apparso in molti film d'animazione negli anni Cinquanta e poi, a partire dal 1960, è approdato ad alcune serie televisive, molto seguite e apprezzate in America. Oggi viene provato questo nuovo esperimento di far cominciare e finire il film dal cartone animato e, al centro, di utilizzare un attore in carne ed ossa, il molto dinamico Leslie Nielsen. L'esperimento non funziona, almeno in Italia. Ritmo faticoso, battute insipide, personaggi stereotipati, umorismo fiacco. Nonostante la buona volontà, il film solo qua e là risulta divertente. Dal punto di vista pastorale, non ci sono certo situazioni negative, ma la modestia complessiva della storia fa valutare il film come futile e sostanzialmente semplicistico. Utilizzazione: anche se con evidenti limiti, derivanti soprattutto da un tipo di comicità più fruibile da un pubblico americano, il film può essere utilizzato in qualche occasione come proposta per bambini in proiezioni pomeridiane e festive.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV