NIGTMARE BEACH – LA SPIAGGIA DEL TERRORE

Valutazione
Inaccettabile, Squallido
Tematica
Genere
Thrilling
Regia
Harry Kirkpatrick
Durata
89'
Anno di uscita
1989
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
WELCOME TO SPRING BREAK
Distribuzione
Columbia Tri Star Films Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Harry Kirkpatrick
Musiche
Claudio Simonetti
Montaggio
John Rawson

Sogg. Harry Kirkpatrick, Vittorio Rampaldi - Scenegg.: Harry Kirkpatrick - Fotogr.: (normale/a colori) Rober Saxson - Mus.: Claudio Simonetti - Montagg.: John Rawson - Dur.: 89' - Produz.: Laguna Entertainment, Production - Elpico

Interpreti e ruoli

Nicolas De Toth (Skip), Sarah Buxton (Gail), Rawley Valverde (Ronnie), Lance Le Gault (Rev. Bates), Michael Parks (Dottor Willet), John Saxon (Strycher), Luis Valderama (Dawg), Freo Buck, Debra Gallagher

Soggetto

nella cittadina balneare di Spring Break centinaia di giovani da tutta l'America si ritrovano per divertirsi nei modi più vari ed insensati. Tra questi ci sono due amici, Skip e Ronnie, il primo riflessivo e timido, il secondo sicuro di sè e desideroso di compiere follie. Nella zona imperversano con le loro potenti moto, i componenti di una banda misteriosa, I demoni, con a capo Dawg un tipo duro che ha come i suoi seguaci un culto morboso per l'ex capo, un certo Diablo giustiziato sulla sedia elettrica, il quale proclamandosi innocente fino alla fine, promise ai suoi carcerieri di tornare a vendicarsi. Un'ondata di terrore si diffonde quando si viene a sapere che il suo corpo è stato trafugato dal cimitero. Nella cittadina, fra pazzie di ogni genere compiute dai giovani sfrenati vacanzieri, diversi strani omicidi vengono perpetrati: si trovano i corpi carbonizzati o strangolati di una ragazza che faceva l'autostop, del portiere guardone dell'albergo di Skip e Ronnie, di una ragazza che fingendosi una studentessa povera concedeva le sue grazie ai suoi benefattori, di un'altra ragazza in un camper, dello stesso Ronnie, della fidanzata di Dawg, ed infine di un giovanotto che si divertiva ad organizzare scherzi macabri. Il sergente Strycher della polizia locale, il sindaco e il dottor Willet dell'ospedale cittadino, vigliacco ed alcolizzato, non hanno la minima idea di chi potrebbe essere l'assassino e per bloccare la psicosi generale, fanno arrestare Dawg e lo incolpano di tutti gli orrendi delitti pur sapendo che è innocente. Ma la sua banda riesce a liberarlo: Skip intanto, dopo la morte dell'amico Ronnie, vuole scoprire la verità sul vero omicida e viene aiutato da Gail, sorella della ragazza uccisa presumibilmente da Diablo. I due coraggiosi giovani affrontano l'ambiguo Strycher che non ha la coscienza pulita e fanno in modo che tanti scandali vengano alla luce: il dottor Willet per questo si uccide. Il tempo stringe: il vero assassino, un misterioso motociclista con un casco nero, sta per essere smascherato. Ci riescono proprio Gail e Skip che uniti lo costringono a scoprirsi e a morire fulminato dai fili dell'alta tensione: si trattava del Reverendo Bates pastore psicopatico (padre di Rachel una ragazza scapestrata e ribelle) il quale si era convinto di dover punire tutti i giovani dissoluti della zona. Anche Strycher fa una fine orrenda poichè Dawg e la sua banda per vendicarsi della sua perfidia, gli sparano e trascinano il suo corpo con le loro moto per le vie del quartiere.

Valutazione Pastorale

è un film oltremodo deprimente e noioso con una trama caotica che offre solo una serie di misfatti di ogni genere, di esibizioni di cattivo gusto, di amoralità senza limiti, di turpiloquio, di volgarità. Ci sono poi moltissime ingenuità ed incongruenze. Regge solo il fatto che fino all'ultimo non si sa chi è l'assassino: anche se si poteva nutrire qualche sospetto sul vero colpevole. Le ricerche portate avanti dai due unici eroi positivi, Skip e Gail, seguono una tecnica risibile e puerile: solo una buona dose di fortuna permette loro di non soccombere e vincere sull'avversario.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film