NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI OGGI

Valutazione
Discutibile, ambiguo
Tematica
Amicizia, Cinema nel cinema, Famiglia - genitori figli, Giovani, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Fausto Brizzi
Durata
102'
Anno di uscita
2007
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
01 Distribution
Musiche
Bruno Zambrini
Montaggio
Luciana Pandolfelli

Orig: Italia (2006) - Sogg. e scenegg.: Fausto Brizzi, Marco Martani, Massimiliano Bruno - Fotogr.(Scope/a colori): Marcello Montarsi - Mus.: Bruno Zambrini - Montagg.: Luciana Pandolfelli - Dur.: 102' - Produz.: Fulvio e Federica Lucisano per IIF, Giannandrea Pecorelli per Aurora Film & TV.

Interpreti e ruoli

Nicolas Vaporidis (Luca), Carolina Crescentini (Azzurra), Giorgio Panariello (Paolo), Serena Autieri (prof.sa Paliani), Chiara Mastalli (Simona), Sarah Maestri . (Alice), Andrea De Rosa (Massi), Eros Galbiati (Riccardo), Armando Pizzuti (Santilli), Paola Onofri (Antonella), Franco Interlenghi (Luigi), Riccardo Rossi (proprietario della villa), Enzo Salvi (poliziotto), Clizia Fornasier (Giulia)

Soggetto

Luca conosce Azzurra, una biologa marina poco più grande di lui, se ne innamora ma non vorrebbe farlo sapere agli amici. Il padre di Luca, Paolo, ha una storia con la Paliani, una professoressa del ragazzo, e i due vengono scoperti mentre sono nella casa al mare di lui. Il resto del gruppo degli amici di Luca è impegnato in storielle sentimentali più o meno serie, mentre arriva il momento di affrontare gli esami di maturità e per le stradwe tutti sono impazziti per le vittorie della nazionale di calcio ai mondiali di Germania.

Valutazione Pastorale

Il seguito di "Notte prima degli esami" (vedi) risulta estremamente debole, ripetitivo, ben pco interessante. Ammesso che sia una fotografia aderente e (quasi) reale di quella fascia giovanile, ciò non giustifica la totale assenza di una qualche possibilità di 'lavorare' sulla materia in forme narrative e visive. L'adesione al livello zero é preliminare e rassegnata: nessuno dei ragazzi o delle ragazze esprime volontà di 'esserci' o di 'ragionare', sono tutti brutte copie dell'incapacità di farsi sentire come 'persone'. Ancora perggio va con gli adulti, riassunti con il più bieco del conformismo nel solito 50enne rimasto Peter Pan, e quindi autorizzato a fare il comodo suo. Terribile la storia, terribile il film che, per non essere inutilmente pesanti, può, dal punto di vista pastorale, essere valutato come discutibile e del tutto ambiguo. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, senza troppo entusiasmo. Va messo in evidenza almeno il fatto che non tutti i giovani sono come quelli rappresentati dal film.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film