PAGEMASTER – L’AVVENTURA MERAVIGLIOSA

Valutazione
Accettabile, Semplicistico
Tematica
Film per ragazzi
Genere
Fantastico
Regia
Joe Johnston, Maurice Hunt
Durata
75'
Anno di uscita
1995
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
PAGEMASTER
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
David Kirschner, David Casci, Ernie Contreras David Kirschner, David Casci
Musiche
James Horner
Montaggio
Kaja Fehr, Jeffrey Patch

Sogg.: David Kirschner, David Casci - Scenegg.: David Kirschner, David Casci, Ernie Contreras - Fotogr.: (panoramica/a colori) Alexander Gruszynski - Mus.: James Horner - Montagg.: Kaja Fehr, Jeffrey Patch - Dur.: 75' - Produz.: David Kirschner, Paul Gertz

Interpreti e ruoli

Macaulay Culkin (Richard Tyler), Christopher Lloyd (Mister Dewey), Ed Begley jr. (Alan Tyler), Mel Harris (madre di Richard)

Soggetto

Richard Tyler è un ragazzino pauroso di tutto: teme persino di salire sulla casetta costruitagli da papà Alan sull'albero del giardino. Sorpreso da un violento temporale, mentre si reca a comprare dei chiodi con la sua bicicletta super accessoriata, per evitare guai entra in un'enorme biblioteca, dove il bibliotecario Mister Dewey lo fornisce di un tesserino. Si trova quindi trasformato in un'illustrazione ed incontra Pagemaster, signore della biblioteca, che lo invita ad affrontare tre prove, per uscirne. Un libro animato, "Avventura", dall'aspetto piratesco, ed un altro con aspetto muliebre e con occhiali, "Fantasia", lo accompagnano nel viaggio; a loro si unisce "Orrore", dalle fattezze alla Frankestein. La prima prova è traversare la casa abitata da Jeckyll che davanti ai tre si trasforma nel perverso Hyde. Sfuggiti al mostro, si trovano a navigare su una barchetta su un mare dove il capitano Achab cerca e trova Moby Dick, che manda in frantumi il loro guscio. Aggrappato a un relitto, viene tirato a bordo dagli uomini di John Silver per rivivere il finale dell'Isola del Tesoro, sbaragliando i pirati con l'aiuto dei redivivi "Orrore" e "Fantasia". Salvato "Orrore" dai lillipuziani, il trio affronta infine un feroce drago, dalle cui viscere Richard riesce ad uscire grazie al fagiolo magico. Salutato Pagemaster che gli mostra gli aspetti positivi dell'esperienza, rientra nel suo corpo, e il bibliotecario gli lascia, in via eccezionale, portare a casa i tre libri dell'avventura. Superate le sue paure Richard si fa trovare addirittura addormentato nella casetta sull'albero dai preoccupati quanto stupiti genitori.

Valutazione Pastorale

questo film del produttore David Kirschner, nato dall'impressione suscitata in lui dalla biblioteca di New York, si colloca nel filone classico del genere, quanto a spunto e finalità didattiche. La morale è evidente: per vincere il senso di insicurezza e timore di fronte alla vita bisogna superare i pericoli ed il mondo libresco, divenuto reale, che egli deve affrontare, fatto di fantasia, avventura e paure gli offre l'occasione per crescere. A questo punto si potrebbe aggiungere una rivalutazione del libro e della lettura, che in un'era di video giochi, che istupidiscono e riducono in modo preoccupante le capacità mnemoniche non può che essere giudicata opportuna. Purtroppo tutte le buone intenzioni, sia narrative, che didattiche, naufragano in una confezione filmica incapace di divenire convincente sul piano del racconto. Solo la biblioteca (quella vera, costruita in studio), ha qualche suggestione all'inizio, ma poi tutto si stempera dal momento che il ragazzo diviene disegno, col corredo dei ridicoli pupazzetti che lo affiancano in questo viaggio, che vorrebbe ricreare la suspense dei "Goonies" disneyani, senza mai riuscirvi, ed anzi, annoiando non poco. Qualche effetto speciale nella lotta col drago potrà forse ancora sorprendere i più piccini, ma attualmente è molto difficile inventare qualcosa che faccia stupire nel mondo dei disegni animati. N.B. Il film è preceduto dal gradevole cartone animato "The Flintstones" (Dino e il gatto Furbino).

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film