PARTNERPERFETTO.COM

Valutazione
Accettabile-riserve, brillante
Tematica
Famiglia, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Gary David Goldberg
Durata
98'
Anno di uscita
2005
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Must Love Dogs
Distribuzione
Warner Bros Pictures Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Gary David Goldberg basato sul racconto 'Must Love Dogs' di Claire Cook
Musiche
Craig Armstrong
Montaggio
Eric Sears, Roger Bondelli

Orig.: Stati Uniti (2005) - Sogg.: basato sul racconto 'Must Love Dogs' di Claire Cook - Scenegg.: Gary David Goldberg - Fotogr.(Scope/a colori): John Bailey - Mus.: Craig Armstrong - Montagg.: Eric Sears, Roger Bondelli - Dur.: 98' - Produz.: Suzanne Todd, Jennifer Todd, Gary David Goldberg.

Interpreti e ruoli

Diane Lane (Sarah), John Cusack (John), Dermot Mulroney (Bobby), Elizabeth Perkins (Carol), Stockard Channing (Dolly), Christopher Plummer (Bill), Claire Coffee (Jennifer), Ben Shenkman (Charlie), Brad Henke (Leo), Ali Hillis (Christine), Julie Gonzalo (June), Bobby Coleman (Austin), Jamie Denbo . (Bertha)

Soggetto

Lasciata improvvisamente dal marito e ormai divorziata, la quasi quanrantenne Sarah cerca faticosamente di ricostruirsi una vita affettiva. Gli aiuti che le arrivano dalle due sorelle spesso aumentano la sua confusione. Nel frequente ricorso ai siti Internet che si occupano di anime gemelle, spuntano tanti nomi, che Sarah incontra, restando sempre delusa e avvilita. Con John i primi scambi di battute sono incerti e timorosi. Deve trascorrere un po' di tempo e devono essere superati non pochi equivoci (Sarah é corteggiata da Bob, padre di uno dei piccoli allievi nella scuola dove lei fa la maestra), prima che tra i due scatti finalmente la scintilla che li fa cadere l'uno nelle braccia dell'altra.

Valutazione Pastorale

Il titolo originale, più intrigante, suona come "Bisogna amare i cani". Quello italiano invece va subito al centro della vicenda. In effetti Internet diventa a poco a poco una sorta di terzo protagonista, nemmeno del tutto muto, visto che a lui ci si affida per quello che dice, per le indicazioni che offre, per i suggerimenti che propone. Un storia d'amore dunque ai tempi del Duemila (dopo l'aggiornamento dalla carta al computer di "C'é posta per te"), che però non può fare a meno dei consueti, consolidati passaggi: esitazioni, incertezze, inciampi, scambi di persona, scelte sbagliate, tutto prima del finale che risolve i dubbi. Insomma sul pentagramma dei sentimenti si cammina sempre in bilico, le delusioni scottano ma anche la felicità é tanta e non ha età. Copione prevedibile ma leggero e ironico, forse un po' caricaturale ma improntato a simpatia e positività di atteggiamenti. Dal punto di vista pastorale é da valutare come accettabile sia pure con riserve per qualche passaggio meno controllato (i soliti accenni, i soliti discorsi sopra le righe), e nell'insieme brillante. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria con attenzione per la presenza dei più piccoli. Stessa cura é da tenere in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film