Passing

Valutazione
Complesso, Problematico, Adatto per dibattiti
Tematica
Amicizia, Amore-Sentimenti, Donna, Emarginazione, Famiglia, Famiglia - genitori figli, Giustizia, Libertà, Matrimonio - coppia, Metafore del nostro tempo, Morte, Politica, Politica-Società, Psicologia, Razzismo, Solidarietà, Storia
Genere
Drammatico, Storico
Regia
Rebecca Hall
Durata
98'
Anno di uscita
2021
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Id.
Distribuzione
Netflix
Soggetto e Sceneggiatura
Dal romanzo di Nella Larsen, la sceneggiatura è firmata da Rebecca Hall
Fotografia
Edu Grau, AEC
Musiche
Devonté Hynes
Montaggio
Sabine Hoffman, ACE
Produzione
Nina Yang Bongiovi, Forest Whitaker, Margot Hand, Rebecca Hall, Oren Moverman, Angela Robinson, Erika Hampson, Michael Y. Chow, Kevin A. Lin, Ruth Negga, Tessa Thompson, Lauren Dark, Daniel Battsek, Ollie Madden, Brenda Robinson, Chaz Ebert, Yvonne Huff, Christopher Liu, Arcadiy Golubovich, Doria A. Rath, Joseph J. Restaino, David Gendron, Ali Jazayeri. Casa di produzione: AUM Group, Flat Five Productions, Forest Whitaker's Significant Productions, Hungry Bull Productions, Picture Films, Netflix.

Presentato in anteprima alla 16a Festa del Cinema di Roma (2021), il film è disponibile sulla piattaforma Netflix

Interpreti e ruoli

Tessa Thompson (Irene ), Ruth Negga (Clare ), André Holland (Brian), Bill Camp (Hugh), Alexander Skarsgard (John), Gbenga Akinnagbe (Dave)

Soggetto

New York anni ’20. In una giornata afosa si ritrovano due amiche di vecchia data, Irene e Clare: la prima è un’attivista per la causa della comunità afroamericana; la seconda finge di non essere di colore, sposata con un uomo bianco borghese dichiaratamente razzista…

Valutazione Pastorale

Sorprende piacevolmente l’esordio alla regia dell’attrice inglese Rebecca Hall, che dirige e firma la sceneggiatura di “Passing”, adattamento dell’omonimo romanzo di Nella Larsen del 1929. Il film, incorniciato in un elegante bianco e nero, ci conduce nella New York degli anni ’20, percorsa da un conflitto di matrice razziale. In una giornata afosa si trovano casualmente in un hotel due amiche di vecchia data, Irene (Tessa Thompson) e Clare (Ruth Negga). La prima è un’attivista per la causa della comunità afroamericana, sposata con un medico, Brian (André Holland), con due figli; la seconda finge di non essere di colore, sposata con un uomo bianco borghese (Alexander Skarsgård), dichiaratamente razzista. Tra le due donne riprende una frequentazione, non senza qualche sospetto; è soprattutto Clare a ritrovare lo slancio per riannodare i fili con le proprie radici identitarie. “Passing” può essere definito come un raffinato mélo oscillante tra frizioni sociali e tensioni del cuore. Tutto costruito sulla polarizzazione, ci racconta due donne diverse: l’una integrata nella comunità afroamericana, l’altra chiusa nella menzogna, a farsi passare per bianca; ancora, ci sono poi due mariti, uno premuroso e attivista per i diritti, l’altro bloccato nell’odio razziale; infine, due quartieri della città, uno borghese e l’altro periferico. Il tutto sugellato dall’opposizione cromatica del bianco e nero, come pure delle stagioni, tra l’estate iniziale e l’inverno dell’epilogo. Rebecca Hall mette a segno un debutto alla regia di tutto rispetto, solido e ricercato, che ha trovato la giusta risonanza prima al Sundance Film Festival e dopo alla 16a Festa del Cinema di Roma (2021). Targata Netflix, “Passing” è un’opera che ci offre uno spaccato sociale, una frattura ancora viva nel cuore dell’America, come pure un ritratto introspettivo tra due donne, simili ma distanti, divise dal modo di rapportarsi con la vita e con l’accettazione di sé. Una tensione narrativa sostenuta da due splendide attrici in parte, Tessa Thompson e Ruth Negga, così accurate a livello espressivo e interpretativo. Dal punto di vista pastorale il film è complesso, problematico e per dibattiti.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in successive occasioni di dibattito.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca Film - SerieTv
Ricerca Film - SerieTV