QUANDO TUTTO CAMBIA

Valutazione
Inconsistente, velleitario
Tematica
Biogenetica, Donna, Famiglia - genitori figli
Genere
Commedia
Regia
Helen Hunt
Durata
100'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Then She Found Me
Distribuzione
Medusa Film
Soggetto e Sceneggiatura
Helen Hunt, Alice Arlen, Victor Levin tratto dal romanzo "Then She Found Me" di Elinor Lipman
Musiche
David Mansfield
Montaggio
Pam Wise

Orig.: Stati Uniti (2007) - Sogg.: tratto dal romanzo "Then She Found Me" di Elinor Lipman - Scenegg.: Helen Hunt, Alice Arlen, Victor Levin - Fotogr.(Normale/a colori): Peter Donahue - Mus.: David Mansfield - Montagg.: Pam Wise - Dur.: 100' - Produz.: Helen Hunt, Pamela Koffler, Katie Roumel, Connie Tavel, Christine Vachon.

Interpreti e ruoli

Helen Hunt (April Epner), Bette Midler (Bernice Graves), Colin Firth (Frank), Matthew Broderick (Ben), Lynn Cohen (Trudy), Ben Shenkman (Freddy), Daisy Tahan (Ruby), Salman Rushdie (dott. Masani), Stacie Linardos . (Anne)

Soggetto

Alle soglie dei quaranta anni, April vive un momento del tutto particolare: la madre adottiva muore, il marito la lascia, una certa Bernice la contatta dicendole di essere la madre naturale. In più April sente un forte bisogno di maternità e vive una storia con un uomo separato e con due figli piccoli. La confusione é tanta. April sembra accettare l'idea di aver ritrovato la mamma, ma non riesce a dare equilibrio a un nuovo rapporto sentimentale. Ricorre allora all'inseminazione artificiale. Tempo dopo eccola con in braccio una bambina dai tratti asiatici.

Valutazione Pastorale

Quanti temi in questo copione tratto da un romanzo, tutti forti, importanti ma messi insieme in un una affrettata sintesi destinata a lasciare in ogni caso insoddisfatti. Il rapporto con la mamma, la voglia di maternità, il matrimonio, la solitudine, la pratica dell'inseminazione: troppo per una protagonista sola. Finisce che ciascuno dei singoli argomenti resta poco approfondito, detto in modo insoddisfacente tra buone intenzioni e qualche banalità. Per Helene Hunt, attrice protagonista e qui neo regista, forse il compito era troppo arduo. Dal punto di vista pastorale, vista la delicatezza dei temi, il film è da valutare come inconsistente e in genere velleitario.

Utilizzazione

Il film potrebbe essere utilizzato in programmazione ordinaria, anche se, per quanto detto sopra, lo si può trascurare senza molti rimpianti. Attenzione è comunque da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film