QUELL’UOMO SARÀ MIO

Valutazione
Discutibile, Scabrosità
Tematica
Genere
Commedia
Regia
David Burton Morris
Durata
99'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
JERSEY GIRL
Distribuzione
Columbia Tristar film Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Gina Wendkos
Musiche
Misha Segal
Montaggio
Norman Hollyn

Sogg. e Scenegg.: Gina Wendkos - Fotogr.: (normale/a colori) Ron Fortunato - Mus.: Misha Segal - Montagg.: Norman Hollyn - Dur.: 99' - Produz.: David Madden, Nicole Seguin, Staffan Ahrenberg

Interpreti e ruoli

Jami Gertz (Toby Mastellone), Dylan Mc Dermott (Sal), Sheryl Lee (Tara), Aida Turturro (Angle), Molly Price (Cookie), Star Jasper (Dot), Joseph Mazzello (Jason), Philip Casnoff, Joseph Bologna, Pat Collins, Regina Taylor, Amy Johanna Sakasitz, Jordan Dean

Soggetto

nel New Jersey vivono Toby Mastellone, maestra elementare di origini italiane ed il padre Benny, vedovo, un uomo semplice e lavoratore, di idee tradizionali. Ma la vita di provincia è insopportabile per la giovane ed alle amiche del cuore Cookie, Angle e Dot, che incontra al solito pub dopo il lavoro, manifesta sempre il suo sogno: trovare un fidanzato che le dia del benessere. Sembra che il giovane Sal, grafico di successo, sia quello che fa al caso suo, anche se il loro primo incontro avviene con una collisione tra il vetusto maggiolino di Toby e la fiammante Mercedes di Sal, che resta danneggiata. Per pagare i danni, Toby fa la posta al giovane che, impegnato con una bionda gallerista rampante e disinibita, Tara, non vuole saperne della maestra, che lo disturba persino al ristorante dove cena coi suoi capi. Ma la tenacia di Toby finisce per avere la meglio, ed i due, dopo un confronto inatteso, ad un party, tra Tara e Toby, passano una romantica notte d'amore nell'appartamento di lui a Manhattan. Ma Tara, umiliata per essere stata soppiantata da una proletaria qualsiasi, torna alla carica, e convince Sal a lasciare Toby. Disperata, anche perché le viene a mancare il conforto delle amiche, da lei trascurate ed offese precedentemente, Toby si avvilisce. Ma Sal non riesce a vivere senza di lei, e dopo aver lasciato Tara ed essersi licenziato, va da Toby a scuola e per convincerla del suo mutamento e della sua rinuncia al bel mondo, va a sbattere di proposito con la Mercedes contro un estintore. Può così riabbracciare la donna amata che, nel frattempo, ha recuperato anche l'affetto delle amiche del cuore.

Valutazione Pastorale

il film si presenta come la classica commedia rosa con qualche incursione, per la verità assai superficiale, sulle tensioni sociali e le differenze di ceto, così sentite negli Stati Uniti. Ma in questo clima di telenovela sentimentale, con tanto di maestrina affezionata al padre, tutta slanci e sentimento, e “vip” che torna alle origini popolari da cui si è faticosamente strappato, si inseriscono bruscamente espressioni assai grossolane, specie in bocca alle amiche di Toby, che stonano col tono generale del film. Il rapporto tra Sal e Toby è imperniato più sulla tenerezza che sul pruriginoso, ma la disinvoltura con cui il giovane in carriera si sollazza con la gallerista e con la maestrina innamorata non può essere accettata. Positivo è certamente il ravvedimento di Sal, che ai valori materiali preferisce la sincerità e l'autenticità dei sentimenti, così come il rapporto tra padre e figlia e la solidarietà delle amiche con Toby.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film