RICOMINCIO DA CAPO *

Valutazione
Accettabile-riserve, Brillante
Tematica
Genere
Commedia
Regia
Harold Ramis
Durata
103'
Anno di uscita
1993
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
GROUNDOGH DAY
Distribuzione
Columbia Tri Star Films Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Danny Rubin, Harold Ramis Danny Rubin
Musiche
George Fenton
Montaggio
Pembroke J. Herring

Sogg.: Danny Rubin - Scenegg.: Danny Rubin, Harold Ramis - Fotogr.: (panoramica/a colori) John Bailey - Mus.: George Fenton - Montagg.: Pembroke J. Herring - Dur.: 103' - Produz.: Trevor Albert, Harold Ramis

Interpreti e ruoli

Bill Murray (Phil Connors), Andie McDowell (Rita Hanson), Chris Elliott (Larry), Stephen Tobolowsky (Ned), Brian Doyle-Murray (Buster Greene), Marita Geraghty (Nancy Taylor), Robin Duke (Doris), Angela Paton., Rick Ducommun, Rick Overton, Robin Duke, Carol Bivins

Soggetto

sono anni che Phil Connors, un metereologo televisivo, accompagnato dalla produttrice Rita Hanson e dal fido operatore Larry, si reca a Punxsutawney in Pennsylvania per il 2 febbraio in occasione del "giorno della marmotta". Secondo la tradizione, all'alba di questo giorno la marmotta esce dal letargo emergendo dalla sua tana: se vede la sua ombra, rientra spaventata sottoterra, il che significa un inverno più lungo. Accade però a Phil una cosa eccezionale: il tempo per lui si arresta: ogni mattina successiva egli si ritrova bloccato, nessuno se ne accorge e per vari giorni deve affrontare situazioni diverse. Dapprima indispettito e sgomento, poi interessato e divertito, Connors si trova a vivere situazioni incredibili, nonché a conoscere dettagli e sentimenti di Rita, di Larry, di un vecchio compagno di scuola che ora fa l'assicuratore, oltre a tanti ignoti del posto. Prevedendo in anticipo non più temporali o temperature, ma i gusti delle persone e ciò che loro può capitare, Phil diventa ancor più celebre, impara a suonare il piano, riesce a scolpire statue di ghiaccio e, quel che è più, a mettere in luce il lato migliore di se stesso, aiutando la gente nel corso di una stessa giornata (che gli pare eterna). Soprattutto trovando l'amore con Rita, che alla fine subisce il suo fascino.

Valutazione Pastorale

il film è una commedia brillante, sebbene – come poi quasi tutte le favole – un po' candida. Le giornate che Phil deve scontare prima di ricominciare da capo una vita di routine, poco aperta e generosa verso gli altri, sono stante, anche se tutto si svolge nel giro di 24 ore. Lui fa molte esperienze, impara fra l'altro a suonare il piano e a scolpire statue di ghiaccio, ma l'importante è che scopre se stesso e trova anche l'amore. Il giorno della marmotta si svolge per Phil con ritmi diversi, ma in conclusione dà risultati felici. Il film (filmato dal regista Ramis) è una di quelle confezioni gradevoli, nel filone della commedia romantica, che non ha bisogno alcuno di chiavi di lettura. Buona l'interpretazione. Pregevole il lavoro di montaggio, che deve rispettare la scansione dei tempi, necessari alla lunga giornata del meteorologo in missione di servizio. Alcune situazioni motivano le riserve.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film