Ricordi?

Valutazione
Complesso, Dibattiti, Problematico
Tematica
Matrimonio - coppia
Genere
Commedia - Dramma
Regia
Valerio Mieli
Durata
106'
Anno di uscita
2019
Nazionalità
Italia/Francia
Distribuzione
Bim Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
Valerio Mieli
Fotografia
Daria D'Antonio
Montaggio
Desideria Rayner

Interpreti e ruoli

Luca Marinelli (Lui), Linda Caridi (Lei), Giovanni Anzaldo (Marco), Camilla Diana (La ragazza rossa)

Soggetto

Lui e Lei si incontrano varie volte, in luoghi e occasioni diverse. Talvolta si amano, talaltra si allontanano, ridono e piangono. Cercano di ricordare il loro passato…

Valutazione Pastorale

Dopo 80’ lei dice a lui: “Ti voglio bene ma non ti amo più”. E’ questo solo uno dei passaggi significativi di una storia d’amore che si fa a poco a poco più complicata e introversa, quasi sigillo ad una rimbalzo di confessioni sentimentali che attraversa il film con tenerezza, rabbia, poesia, rimpianto. Il copione lascia che tutte queste sfumature emotive si rivelino e trovino imprevista collocazione in un turbinio di sensazioni difficilmente afferrabili, spesso così impalpabili da far pensare ad una sospensione della narrazione. In effetti il punto forte è all’interno di una struttura talvolta enigmatica affidata ad un montaggio fin troppo raffinato e ellittico. Mieli vi opera, lavorando su una struttura che mette i ricordi al centro del racconto. Ma quanti e quali sono i nostri ricordi, non è che la memoria è sottoposta a tale lavorio da confondere il ricordo con il ricordo di un ricordo? Come si vede, la sceneggiatura è a forte rischio di trasgressione linguistica, e le soluzioni non sono in effetti malvage. Mieli affronta con coraggio un ambito che gli richiede tagli e prospettive insolite, lo risolve bene, con momenti di poesia anche suggestivi, in più momenti sfiorando la bella impaginazione. Film insolito e molto ‘autoriale’, lontano dal compitino scolastico, non ancora pienamente convincente, ma di sicuro coinvolgimento emotivo. Anche se non hanno nomi, Lei (Lindia Caridi) sembra più credibile di Lui (Luca Marinelli). Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come complesso problematico e adatto per dibattiti.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in occasioni mirate per riflettere su una storia d’amore, partendo da prospettive inconsuete.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film