SENTI CHI PARLA 2 *

Valutazione
Discutibile, Brillante
Tematica
Genere
Commedia
Regia
Amy Meckerling
Durata
81
Anno di uscita
1991
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
LOOK WHO'S TALKING TOO
Distribuzione
Columbia Tri Star Films Italia
Musiche
David Mtay – Montagg.: Debra Chiate
Montaggio
Debra Chiate

Sogg. e Scenegg: Amy Meckerling, Neal Israel - Fotogr.: (normale/a colori) Thomas Del Ruth - Mus.: David Mtay – Montagg.: Debra Chiate - Dur.: 81 - Produz.: Jonathan D. Krane

Interpreti e ruoli

John Travolta (James), Kirstie Alley (Mollie), Elias Koteas (Stuart), Twink Caplan Olympia Dukakis (Rona), Lorne Sussman (Rosie), Megan Milner (Mikey), Gilbert Gottfried (Julie), Danny Pringle, Louis Meckerling

Soggetto

la trentenne "donna in carriera " e madre nubile, Mollie, ha sposato il giovane tassista James, che ama come un vero padre il piccolo Mickey, e ben presto la coppia è in attesa di un figlio. Intanto, però, i due litigano spesso, sia perché James guadagna meno di sua moglie ed è insoddisfatto del suo lavoro, sia perché Rosie, l'insopportabile suocera, si intromette nella loro vita ed è sempre ostile al genero. Alla nascita di Julie, i genitori dicono a Mickey che, come fratello maggiore, dovrà proteggerla, ma il bambino, turbato dall'arrivo della piccola intrusa, è solo geloso dei propri giocattoli. Intanto, per interessamento di Rosie, James ha trovato un buon lavoro come pilota di jet, e ne è contento, perché volare è stata sempre la sua passione. Improvvisamente giunge nella casa degli sposi l'insopportabile fratello di Mollie, Stuart che vi si piazza a tempo indeterminato, con la scusa di cercarsi un lavoro. Inutilmente James cerca di convincere la moglie a liberarsi dell'ospite, mandandolo a vivere con la madre, e, dopo alcuni liti, è lui ad andarsene, anche se continua a vedere i bambini, che sentono molto la sua mancanza. Viene poi ad abitare con Mollie l'amica Rona, che ha avuto l'alloggio svaligiato dai ladri, e simpatizza rapidamente con Stuart. Però Mollie, sempre innamorata del marito, e preoccupata dal dubbio che egli possa avere qualche avventura amorosa, decide di riconquistarlo. Una sera in cui lei ha raggiunto James all'aereoporto, temendo volasse durante un forte temporale, i due tornano a casa insieme felici, ma Mollie ha affidato i figli all'imprudente Stuart, e ciò preoccupa giustamente lo sposo. Infatti il cognato, sorpreso un ladro in casa, dopo averlo affrontato con la solita pistola scarica, con la quale gioca sempre, ha inseguito il malvivente in strada, senza riuscire a sopraffarlo, cosa che invece farà James, intervenendo al momento giusto. Nel frattempo, però, i bambini sono rimasti soli nell'appartamento, nel quale è scoppiato un incendio, e i genitori accorrono spaventati, scoprendo che Mickey ha salvato se stesso e la sorellina scendendo con l'ascensore. Rona, persuasa che Stuart sia un eroe gli propone di sposarlo. Un pranzo, dove sono riuniti Rosie e suo marito, Mollie e James, Stuart e Rona, allieta lo scampato pericolo e la ritrovata conciliazione.

Valutazione Pastorale

ideato col marito dalla stessa regista, il lavoro ha il pregio di far agire i bambini da bambini, in situazioni verosimili del comune quotidiano. Malgrado la prevedibilità di alcune situazioni il film a volte riesce divertente per la trovata di far ascoltare i pensieri della neonata e del bambino espressi con voce di adulto (le voci sono quelle di Anna Mazzamauro e Paolo Villaggio). È forse felice l'idea di presentare ancorché in maniera umoristica, la routine impegnativa del ruolo femminile nella crescita dei figli, e quel mettere alle prese il padre con i guizzi, le estrosità e le bizze dei piccolissimi. Ed è felice l'idea di sottolineare l'aspetto sociale dell'arrivo del secondo figlio, arrivo che comporta un ridimensionamento dell'egoismo inconscio dell' "unico". Meno felici alcuni aspetti qua e là piuttosto maliziosamente allusivi con le pesantezze verbali dei due doppiatori, sopportabili quando si limitano a prestare favella agli ancora infanti, per esprimere i loro presunti punti di vista, ma assolutamente fastidiosi quando pretenderebbero addirittura di "doppiare" i balbettìi informi dei due piccolissimi. Nell'insieme, il tono brillante attenua certe grossolanità e alleggerisce il film, che riesce divertente.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film