SHADOW PROGRAM (PROGRAMMA SEGRETO)

Valutazione
Accettabile, crudezze
Tematica
Genere
Avventuroso
Regia
George Pan Cosmatos
Durata
118'
Anno di uscita
1997
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
SHADOW CONSPIRACY
Distribuzione
Cecchi Gori Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
Adi Hasak, Ric Gibbs Ispirato alla figura del giovane George Stephanopoulos
Musiche
Bruce Broughton
Montaggio
Robert A.Ferretti

Sogg.: Ispirato alla figura del giovane George Stephanopoulos - Scenegg.: Adi Hasak, Ric Gibbs -Fotogr.: (Scope/a colori) Buzz Feitshans IV - Mus.: Bruce Broughton-Montagg.: Robert A.Ferretti - Dur.: 118' - Produz.: Terry Collis

Interpreti e ruoli

Charlie Shenn (Bobby Bishop), Linda Hamilton (Amanda Givens), Donald Sutherland (Jake Conrad), Ben Gazzara (vice presidente Saxon), Sam Waterston (presidente degli Stati Uniti), Stephen Lang (l’agen-te), Gore Vidal (deputato Pace), Nicholas Turturro, Stanley Anderson, Theo-dore Bikel, Charles Cioffi, Paul Cleason, Terry O’Quinn.

Soggetto

A Washington, Bobby Bishop, il consigliere più fidato del presi-dente degli Stati Uniti, è inseguito e fugge per salvarsi la vita. Un killer pro-fessionista gli dà la caccia e Bishop chiede aiuto ad una sua vecchia fiamma, Amanda Givens, reporter del Washington Herald. Bishop è implicato nell’o-micidio di un suo vecchio professore, deve dimostrare la propria innocenza e insieme tenere a bada le mire di altri importanti personaggi, come il capo dello staff presidenziale Jake Conrad. Per Bishop l’impresa non è facile, ma, dopo avere sventato numerose trappole a suo danno, risale alla trama interna-zionale che aveva portato alcuni gruppi a rubare i nuovi piani di sviluppo, cui il professore stava lavorando. Alla festa del presidente, un modellino aereo-killer uccide tutti i colpevoli, anche Jake si ammazza, e Bishop può finalmente allontanarsi tranquillo insieme ad Amanda.

Valutazione Pastorale

si tratta di un film spionistico-avventuroso di non molte pretese ma di dignitosa fattura. L’azione è sempre ben calibrata, e la suspence è assicurata per tutta la storia. Sono presenti tutti gli elementi tipici del genere, a cominciare dalla figura ormai abituale del Presidente. Dal pun-to di vista pastorale, il film non presenta elementi controproducenti, si muo-ve su un piano di positività, solo con la presenza di qualche effetto speciale crudo di troppo. Utilizzazione: film da utilizzare in programmazione ordinaria ma, forse con più pertinenza, in qualche rassegna dedicata ai generi suddetti, spionaggio, avventura, il Presidente degli Stati Uniti,...

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film