SNITCH – L’INFILTRATO

Valutazione
Consigliabile, semplice
Tematica
Droga, Famiglia - genitori figli, Gangster, Giustizia, Lavoro
Genere
Azione
Regia
Ric Roman Waughn
Durata
112'
Anno di uscita
2013
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Snitch
Distribuzione
Videa
Soggetto e Sceneggiatura
Justin Haythe, Ric Roman Waughn
Fotografia
Dana Gonzales
Musiche
Antonio Pinto
Montaggio
Jonathan Chibnall
Produzione
Tobin Armbrust, Guy East, David Fanning, Matt Jackson, Dwayne Johnson, Joathan King, Nigel Sinclair

Interpreti e ruoli

Dwayne Johnson (John Matthews), Susan Sarandon (Joanne Keeghan), Barry Pepper (agente Cooper), Jon Bernthal (Daniel James), Michael K. Williams . (Malik), Rafi Gavron (Jason Collins), Melina Karakanedes (Sylvie Collins), Nadine Velazquez (Analisa), Banjamin Bratt (Juan Carlos Pintera detto El Topo), Lela Loren (Vanessa), JD Pardo (Benicio), Kyara Campos (Isabelle Matthews), Ashlynn Ross . (Amanda)

Soggetto

Incastrato mentre riceve un pacco con 10 chili di droga, il giovane Jason rischia dieci anni di carcere. Al padre John, separato dalla madre Sylvie e con una nuova famiglia, resta una sola strada per salvare il figlio: infiltrarsi in una organizzazione dedita al traffico di stupefacenti e denunciarne i capi alla polizia. John conquista la fiducia di Daniel, un suo operaio già in galera per spaccio, si fa portare all'incontro con alcuni importanti capi,comincia a lavorare. Tra missioni pericolose e una crecente situazione di doppio e triplo gioco, John riesce a rimettere tutto in piedi. La polizia arresta i 'pezzi' grossi, e Jason viene liberato.

Valutazione Pastorale

Quando all'inizio c'è la frase "ispirato a una storia vera", bisogna temere per le sorti di quello che stiamo per vedere. L'aderenza a pezzi di realtà può essere accettata, ma non per questo tutto può funzionare al meglio. Spazio ampio allora per azione, azione, azione...Nel tourbillon dinamico, trovano la giusta collocazione contorni di grande puntualità narrativa: la famiglia, il rapporto padre/figlio, l'impegno oltre ogni limite, l'iniziativa dell'individuo che non si arrende mai e ottiene il risultato sperato. Peculiarità tipiche di un immaginario americano che anche quando appare convenzionale, dimostra serietà, compattezza, voglia di superare ogni ostacolo. Sono, al tirar delle somme, gli eredi del Western classico, del suo affabulatorio universo tra fantasia e realtà. Qualche situazione prevedibile, qualche banalità, ma ritmo dinamico e sciolto perun film che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile e narrativamente semplice.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria e in altrev occasioni come proposta spettacolare e coinvolgente. Attenzione è da tenere per qualche crudezze per minori e piccoli in vista anche di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri strumenti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film