SOLO 2 ORE

Valutazione
Accettabile, problematico**
Tematica
Giallo - Triller
Genere
Azione
Regia
Richard Donner
Durata
105'
Anno di uscita
2006
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Sexteen blocks
Distribuzione
01 Distribution
Musiche
Klaus Badelt
Montaggio
Steve Mirkovich

Orig.: Stati Uniti (2006) - Sogg. e scenegg.: Richard Wenk - Fotogr.(Scope/a colori): Glen MacPherson - Mus.: Klaus Badelt - Montagg.: Steve Mirkovich - Dur.: 105' - Produz.: Bruce Willis, Jim Van Wyck, John Thompson, Avi Lerner, Randall Emmett, Arnold Rifkin.

Interpreti e ruoli

Bruce Willis (Jack Mosley), Mos Def (Eddie Bunker), David Morse (Frank Nugent), Jenna Stern (Diane Mosley), Casey Sanders (cap. Gruber), Cylk Cozart (Jimmy Mulvey), David Zayas (Robert Torres), Robert Racki . (Jerry Shue)

Soggetto

A New York Jack Mosley, poliziotto in fase di disarmo, sta per andarsene a casa, quando si vede assegnato l'incarico di prelevare un certo Eddie Bunker e scortarlo fino al tribunale dove é stato chiamato come teste. Il percorso non è lungo, appena 16 isolati, e così Jack ritiene di avere il tempo per fermarsi al solito bar sull'angolo. Ma quando Eddie è solo in macchina, qualcuno tenta di ucciderlo. Da quel momento si scatena una caccia all'uomo che vede coinvolti Jack da una parte, e il capitano Frank Nugent dall'altra. Fughe, sequestri di autobus, sparatoria, si succedono prima di poer arrivare in tribunale, dove Jack si consegna come testimone. Sconta due anni di prigione e, quando esce, festeggia il proprio compleanno con una torta speditagli da Eddie, che si é rifatto una vita altrove.

Valutazione Pastorale

Non c'è dubbio che siamo nell'ambito di un cinema di 'genere', tra azione, thriller, poliziesco, e in quella dimensione ben curata, professionalmente impeccabile che assicura tensione e spettacolo. Senza sprecare un minuto di pausa, il racconto riesce a far emergere le tensioni interne dei singoli protagonisti, il loro doversi confrontare con decisioni difficili, presa di coscienza, pentimenti e cambi di mentalità. Non manca, anche stavolta, il tema della corruzione di parte della polizia e delle istituzioni. Tutto é tenuto in piedi da una regia svelta e concisa, nonostante il finale un po' accomodante. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile, e nell'insieme problematico. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria. Qualche attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film