SONO IL NUMERO QUATTRO

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Avventura
Genere
Fantastico
Regia
D.J.Caruso
Durata
110'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
I Am Number Four
Distribuzione
Walt Disney Studios Motion Pictures Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Alfred Gough, Miles Millar, Marti Noxon tratto dal libro "Sono il numero 4" di Pittacus Lore
Musiche
Trevor Rabin
Montaggio
Vince Filippone, Jim Page

Orig.: Stati Uniti (2011) - Sogg.: tratto dal libro "Sono il numero 4" di Pittacus Lore (alias James Frey, Joble Hughes) - Scenegg.: Alfred Gough, Miles Millar, Marti Noxon - Fotogr.(Panoramica/a colori): Guillermo Navarro - Mus.: Trevor Rabin - Montagg.: Vince Filippone, Jim Page - Dur.: 110' - Produz.: Michael Bay.

Interpreti e ruoli

Alex Pettyfer (Daniel John/John), Dianna Agron ( Numero Quattro), Callan McAuliffe (Sarah), Jake Abel (Sam), Timothy Olyphant (Mark James), Teresa Palmer (Henri), Judith Hoag (numero 6), Kevin Durand . (madre di Sarah), Beau Mirchoff (comandante Mog), Emily Wickersham . (Drew)

Soggetto

In fuga dal proprio pianeta, il giovane John Smith, dotato di poteri straordinari, arriva sulla Terra ma é ancora inseguito dai perfidi Mog che vogliono eliminarlo. Insieme al suo tutore Henry giunge in una cittadina dell'Ohio dove vive una serie di esperienze del tutto impreviste. Insiema a Sarah, di cui si innamora, si trova coinvolto in una serie di scontri aspri e cruenti tra altri come lui in possesso di doti particolari. Sembra che alla fine il nemio sia sconfitto, e John decide di restare sulla Terra.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una storia mista tra azione e fantascienza, con una prima parte di tono più intimista e una seconda urlata e fracassona, dominata dagli effetti speciali. Il tema è quello dell'extra terrestre alla fine convinto che la Terra sia tutto sommato un buon posto dove vivere. Non andando mai veramente a fondo, il copione si propone come una favola, senza tanti problemi di verosimiglianza e con una lunga parte ambientata in luoghi scolastici cari al target giovanile. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come consigliabile e nell'insieme semplice.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e come proposta di passatempo per giovani e adolescenti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film