STAR TREK: L’INSURREZIONE

Valutazione
Accettabile, Semplice
Tematica
Amicizia, Fantascienza, Giustizia
Genere
Fantascienza
Regia
Jonathan Frakes
Durata
Anno di uscita
1999
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Star Trek: Insurrection
Distribuzione
United International Pictures

Orig. : Stati Uniti (1998) - Sogg. : Rick Berman & Michael Piller basato sulla serie "Star Trek" creata da Gene Roddenberry - Scenegg. : Michael Piller - Fotogr. (Scope/ a colori) : Matthew F.Leonetti - Mus. : Jerry Goldsmith - Montagg. : Peter E.Berger - Dur. : 103' - Produz. : Rick Berman.

Interpreti e ruoli

Patrick Stewart (capitano Jean-Luc Picard), Jonathan Frakes (William Riker), Levar Burton (Geordi La Forge), Michael Dorn (Worf), Gates McFadden (Beverly Crusher), Marina Sirtis (Deanna Troi), Brent Spiner (Data), F. Murray Abraham (Ru'afo), Donna Murphy (Anij), Anthony Zerbe . (ammiraglio Dougherty), Gregg Henry (Gallatin)

Soggetto

Il capitano Jean-Luc Picard é molto preoccupato: il tenente Data, in preda ad un attacco di follia, ha preso in ostaggio il team scientifico che effettuava un'ispezione sul popolo del Ba'ku per conto della Federazione. Il tentativo di salvare Data conduce Picard sul pianeta abitato dai Ba'ku, popolo composto da 600 individui che vivono in un unico villaggio e in un isolamento totale. I Ba'ku hanno la caratteristica di vivere a lungo, anche centinaia di anni. L'ispezione della Federazione e dei suoi alleati Son'a é in realtà solo una copertura per rapire i Ba'ku ed esiliarli dalla loro terra. L'obiettivo é quello di fare in modo che altri possano vivere su quel pianeta avvolto da radiazioni metafisiche che impediscono l'invecchiamento. Per impedire questa violenza, Picard si rivolge all'ammiraglio Dogherty ma scopre amaramente che anche lui fa parte del piano. L'aspetto etico della faccenda sembra non interessare, e Picard viene invitato a lasciare. Lui però pensa che in questa occasione sia giusto ribellarsi al superiore. Seguito dai suoi fedelissimi, progetta una manovra diversiva. Messi infine l'uno di fronte all'altro, i popoli Son'a e Ba'ku si scoprono tra loro legati e interdipendenti. Ruafu, il capo dei Son'a, da giovane era un Ba'ku e ora voleva prendersi una rivincita personale. Picard riporta la tranquillità sull'indifeso pianeta Ba'ku e l'Enterpirse può riprendere a volare negli spazi.

Valutazione Pastorale

Si tratta del nuovo capitolo (l'ottavo) di una serie cinematografica molto apprezzata e seguita in varie parti del mondo. Agli otto capitoli vanno poi aggiunti i tantisimi episodi trasmessi in televisione. Anche in questo episodio si ritrovano gli aspetti più simpatici e accattivanti del genere 'fantascienza': i buoni e i cattivi sono schierati con chiarezza l'uno contro l'altro, tutti facilmente individuabili; c'é poi la volontà di far prevalere il valore della persona e dell'identità del gruppo, pur nel frastuono di roboanti battaglie spaziali; c'é l'affermazione finale dei migliori sentimenti e dell'amicizia. L'astronave Enterprise é come la diligenza dei film western: intorno ci sono grandi spazi, grandi strade da percorrere, grandi traguardi da raggiungere. Dal punto di vista pastorale, il film è da considerare come positivo, senz'altro accettabile e semplice.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e, in altre occasioni, anche come proposta per ragazzi, all'insegna della fantasia e del recupero dell'avventura.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film