STEALTH – ARMA SUPREMA

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Avventura, Guerra
Genere
Avventuroso
Regia
Rob Cohen
Durata
120'
Anno di uscita
2005
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Stealth
Distribuzione
Sony Pictures Releasing Italia
Musiche
BT
Montaggio
Stephen E. Rivkin

Orig.: Stati Uniti (2005) - Sogg. e scenegg.: W.D.Richter - Fotogr.(Scope/a colori): Dean Semler - Mus.: BT - Montagg.: Stephen E. Rivkin - Dur.: 120' - Produz.: Mike Medavoy, Arnold Messer, Neal H. Moritz, Laura Ziskin.

Interpreti e ruoli

Josh Lucas (ten. Ben Gannon), Jessica Biel (ten. Kara Wade), Jamie Foxx (ten. Henry Purcell), Sam Shepard (cap. George Cummings), Joe Morton (cap. Dick Marshfield), Ebon Moss-Bacharach (Josh Trent), Richard Roxburgh (Keith Orbit), Ian Bliss, Jason Chan, Megan Gale

Soggetto

Il capitano George Cummings convoca Ben, Kara e Henry, piloti scelti dell'aviazione della marina americana, per informarli che saranno coinvolti in un delicato progetto top secret: dovranno affiancare un aereo guidato da un'intelligenza artificiale chiamata EDI. I tre militari effettuano con successo la missione di volo in compagnia di questo strano compagno ma, al ritorno, qualcosa va storto. Inutilmente vengono segalate alcune anomalie, e così succede che, in una successiva missione,il veivolo con il pilota articiale si rende indipendente, diventa incontrollabile e decide di puntare su un deposito in Siberia, rischiandio di innescare un conflitto internazionale. Nel tentativo di recuperare il controllo, Henry rischia troppo e muore. Kara precipita e cerca disperatamente di salvarsi. Ben si getta al suo soccorso e ci riesce solo quando l'aereo senza pilota decide di 'sacrificarsi' per salvare gli altri due. Sulla portaerei si celebrano i funerali di Henry. Ben e Kara ora possono dichiararsi sentimento reciproco.

Valutazione Pastorale

Tutto come previsto nell'ambito del genere 'avventura' : una idea centrale un po' possibile un po' fantascientifica (l'aereo che vola senza pilota, si ribella e infine possiede una 'intelligenza'); scontri rudi e virili tra alti ufficiali; un pericolo mortale da scongiurare; l'omaggio ha chi ha dato la vita sul campo. Il racconto è forse prevedibile ma é ben strutturato nell'azione, nei conflitti sulle decisioni da prendere, nella improvvisa necessità di distruggere il mostro che si è creato. Ci sono poi corrotti e guerrafondai e, all'opposto, uomini e donne che amano la divisa ma non la guerra a tutti i costi e, in ogni caso, guardano alla salvaguardia di civili e indifesi. Qualche momento da videogame non inficia la scorrevolezza del prodotto, facile ma non tirato via. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come accettabile e nell'insieme semplice. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e recuperato come proposta di passatempo di buon livello.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film