THE EAGLE

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Guerra, Storia
Genere
Storico/Drammatico
Regia
Kevin MacDonald
Durata
114'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Gran Bretagna, Stati Uniti
Distribuzione
Bim Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
Jeremy Brock tratto dal romanzo "L'aquila della IX legione" di Rosemary Sutcliff
Musiche
Atli Orvarsson
Montaggio
Justine Wright

Orig.: Gran Bretagna/Stati Uniti (2011) - Sogg.: tratto dal romanzo "L'aquila della IX legione" di Rosemary Sutcliff - Scenegg.: Jeremy Brock - Fotogr.(Scope/a colori): Anthony Dod Mantle - Mus.: Atli Orvarsson - Montagg.: Justine Wright - Dur.: 114' - Produz.: Duncan Kenworthy.

Interpreti e ruoli

Channing Tatum (Marcus Aquila), Jamie Bell (Esca), Denis O'Hare (Lutorius), Donald Sutherland (zio Aquila), Mark Strong (Guern), Tahar Rahim (principe), Paul Ritter (Galba), Julian Lewis Jones Aladar Lakloth . (Cassius)

Soggetto

Nel II secolo d.C. Marco Aquila, giovane centurione romano, è intenzionato a far luce sulla Nona Legione comandata dal padre e scomparsa misteriosamente anni prima. Accompagnato dallo schiavo britannico Esca, passa il Vallo di Adriani per addentarsi in zone finora inesplorate. Qui comincia un cammino fatto di ostacoli e pericoli sempre più grossi. Facendosi largo tra le tribù locali, Marco ricostruisce il destino della Legione, e della morte del padre.

Valutazione Pastorale

Forse l'episodio è del tutto inventato sotto il profilo storico. Ma questa osservazione la si può lasciare agli esperti e agli appassionati dei secoli lontani. Per tutto il resto, il copione funziona egregiamente, e lo scozzese Macdonald orchestra una regia impeccabile: preparate con giusta tensione emotiva, le battaglie scorrono incalzanti, serrate, senza sbavature. Si sente l'aria del corrusco afrore degli scontri imminenti, quelli terribili ad armi nude, ad impatto immediato: sempre lasciando da parte il facile compiacimento. Siamo dentro la durezza dell'epoca, la crudeltà dell'uccidere che in qualche modo generava 'civiltà'. Non manca qualche momento di pausa, e tuttavia la vicenda si impone per vivacità e misurato realismo. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e semplice quanto all'immediatezza dello sviluppo narrativo.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, ben tenendo conto della violenza delle scene di battaglia peraltro, come detto, non gratuite. Attenzione è comunque da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film