THE FLINTSTONES

Valutazione
Accettabile, Semplicistico
Tematica
Film per ragazzi
Genere
Farsesco
Regia
Brian Levant
Durata
91'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
THE FLINTSTONES
Distribuzione
U.I.P.
Soggetto e Sceneggiatura
Tom S. Parker, Jim Jennewein, Steven E. De Souza Basato sui cartoni animati di Bill Hanna e Joseph Barbera
Musiche
David Newman
Montaggio
Kent Beyda

Sogg.: Basato sui cartoni animati di Bill Hanna e Joseph Barbera - Scenegg.: Tom S. Parker, Jim Jennewein, Steven E. De Souza - Fotogr.: (panoramica/a colori) Dean Cundey - Mus.: David Newman - Montagg.: Kent Beyda - Dur.: 91' - Produz.: Bruce Cohen

Interpreti e ruoli

John Goodman (Fred Flintstone), Rick Moranis (Barney Rubble), Elisabeth Perkins (Wilma Flintstone), Rosie O' Donnell (Betty Rubble), Kyle Mac Lachan (Rocco Detritis), Halle Berry (Ambra Crystal), Elizabeth Taylor (Pearl Slaghoople), Dann Florek, Richard Moll, Jonathan Winters

Soggetto

nella preistorico-moderna città di Bedrock, Fred Flintstone ha regalato i suoi risparmi all'amico Barney Rubble, sposato con Betty, perché possa adottare Bamm-Bamm, un frugoletto alquanto turbolento. Per sdebitarsi, al concorso per un posto di dirigente nella Slate, l'impresa mineraria locale, Barney sostituisce con le sue le risposte al test di Fred che viene nominato vice-presidente. Ma Rocco Detritis, disonesto manager, con la complicità dell'avvenente segretaria Ambra Crystal, gli fa firmare una serie di provvedimenti che causano il licenziamento dei suoi ex colleghi, tra i quali Barney, nonché lo coinvolgono nella truffa di una lottizzazione fantasma i cui proventi verranno intascati da Rocco. Inoltre Barney, ridotto a fare il cameriere mentre Fred esibisce un lusso sfrenato, gli rinfaccia lo scambio dei test, e i due litigano. Wilma, la moglie di Fred, che ha mantenuto i rapporti con Betty, lascia infuriata la casa per tornare dalla madre, Pearl Slaghoople, che odia Fred e ne è cordialmente ricambiata. Quanto al genero, che ha scoperto troppo tardi l'imbroglio di Rocco e Ambra, ed è costretto a sfuggire all'arresto, deve difendersi anche dagli ex colleghi infuriati che vogliono impiccare sia lui che Barney, trovatosi nei pressi a vender gelati. Sarà Wilma a dimostrare l'innocenza del marito, esibendo la registrazione, fatta tramite l'uccello-dittafono dell'ufficio, della conversazione con Rocco che incastra il manager. Ma costui fa rapire i bimbi di Fred e chiede in cambio il compromettente pennuto. Lo scambio avviene alla cava, ma Fred ingaggia una furiosa lotta con Rocco, che, avendo frattanto tradito Ambra, viene da costei atterrato in extremis. Nel tentativo di salvare i pargoli che stanno per essere tritati insieme a Barney maldestramente intervenuto in aiuto, Fred ha mescolato acqua e polvere di roccia inventando il calcestruzzo, ma al capo che gli propone la presidenza della relativa divisione afferma di preferire la tranquillità del vecchio posto di lavoro.

Valutazione Pastorale

a giudicarla dai contenuti, si direbbe una favoletta edificante: ma quanta fatica per giungere alla fine di questa pagliacciata americana. Gli insipidi cartoon di Hanna e Barbera, prodotto destinato alla tipica middle-class americana, sono apprezzati oltre oceano per la contaminazione tra personaggi cavernicoli e stile di vita appunto tipico del suddetto ceto sociale, col grottesco corredo di utensileria domestica che sfrutta, ad esempio, la proboscide del mammut come doccia o un maialino come tritatutto. Ma se un piccolo dinosauro al posto del cane e il moto degli autoveicoli azionato coi piedi può strappare un sorriso iniziale, a chi non avesse mai letto le strisce o visto il serial televisivo, il procedere della favoletta, che oscilla tra l'insulso e l'inconsistente, salvandosi solo per l'evidente buona intenzione nel messaggio che reca, causa non poco scoramento in uno spettatore non disposto a farsi ancora una volta gabbare da qualche effetto speciale riuscito. Non che il film non sia costato miliardi o non sia stato girato con cura, tentando di rifare il verso all'originale: il fatto è che già l'originale è alquanto banale di per sé, e la sua trasposizione cinematografica lo rende ancora più improbabile e come grottesco e come film comico.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film