THE GOOD SHEPHERD – L’OMBRA DEL POTERE

Valutazione
Accettabile, realistico *
Tematica
Famiglia - genitori figli, Politica-Società, Spy-story
Genere
Drammatico
Regia
Robert De Niro
Durata
167'
Anno di uscita
2007
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The Good Shepherd
Distribuzione
Medusa Film
Musiche
Marcelo Zavos, Bruce Fowler
Montaggio
Tariq Anwar

Orig.: Stati Uniti (2006) - Sogg. e scenegg.: Eric Roth - Fotogr.(Scope/a colori): Robert Richardson - Mus.: Marcelo Zavos, Bruce Fowler - Montagg.: Tariq Anwar - Dur.: 167' - Produz.: James G. Robinson, Jane Rosenthal, Robert De Niro.

Interpreti e ruoli

Matt Damon (Edward Wilson), Angelina Jolie (Clover), Alec Baldwin (Sam Murach), Tammy Blanchard (Laura), Billy Crudup (Arch Cummings), Keir Dullea (sen. Russel), Martina Gedeck (Hanna Schiller), William Hurt (Philip Allen), Lee Pace . (Richard Hayes), Eddie Redmayne (Edward Wilson jr.), John Session (Valentin), Oleg Stefan (Ulysses/Stas Siyanko), John Turturro (Ray Brocco), Robert De Niro (gen. Sullivan), Joe Pesci

Soggetto

Il 16 aprile 1961 la CIA deve ammettere lo smacco subito nella baia dei Porci nei confronti del dittatore cubano Fidel Castro. Qualcuno ha tradito, e la situazione non è facile. Da lì si torna indietro agli anni della seconda guerra mondiale e a quando Edward Wilson, giovane laureato a Yale e membro della società segreta degli Skull and Bones, entrò a far parte dell'Ufficio Servizi Strategici (OSS), antesignano della di li a poco nascente Central Intelligence Agency (CIA). Wilson si dedica totalmente al lavoro, al punto da trascurare la moglie Clover e il piccolo Edward jr. Proprio a ridosso del 1961 però il figlio, ormai adulto, segue le orme del padre, e trama contro di lui. Edward se ne accorge, ed é costretto ad intervenire in modo molto doloroso. Ma la sicurezza del Paese viene prima di tutto.

Valutazione Pastorale

Alla conferenza stampa seguita alla proiezione del film, De Niro ha detto che è sua intenzione realizzare una trilogia: a questo primo atto, che arriva fino al 1961, dovrebbero fare seguito il secondo (1961-1989, caduta del muro di Berlino) e il terzo (1989-oggi), sempre nell'ottica della presenza della CIA. Si avrebbe così una 'summa' completa della vita di quella che è definita 'la più grande organizzazione segreta del mondo'. Fermandoci a questo primo capitolo, la storia della CIA appare più il pretesto per un mettere insieme un bel copione avventuroso-spionistico che non per fare il conto di torti o ragioni, di cose positive o negative. De Niro regista non ha intenzioni di denuncia o di critica ma di ricostruzione di una psicologia: quella del protagonista, dei suoi collaboratori, degli avversari. In particolare, di Edward interessa la difficoltà (forse l'impossibilità) di trovare un equilibrio tra il lavoro e la famiglia, tra le tensioni di un ruolo sempre esposto e la poca disponibiltà affettiva per la moglie e il figlio. Ma anche qui, più che denuncia, c'è grande perizia narrativa e drammaturgica. Molto lungo (2h40') ma non noioso, il racconto procede con toni serrati e incalzanti, affidato a una vivida riscostruzione d'epoca e a interpreti molto motivati. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile e nell'insieme realistico. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria. Qualche attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film