TOMMY BOY

Valutazione
Inconsistente, Grossolanità
Tematica
Genere
Commedia
Regia
Peter Segal
Durata
97'
Anno di uscita
1995
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
TOMMY BOY
Distribuzione
U.I.P.
Soggetto e Sceneggiatura
Bonnie Turner, Terry Turner, Fred Wolf
Musiche
David Newman
Montaggio
William Kerr

Sogg. e Scenegg.: Bonnie Turner, Terry Turner, Fred Wolf - Fotogr.: (normale/a colori) Victor J. Kemper - Mus.: David Newman - Montagg.: William Kerr - Dur.: 97' - Produz.: Lorne Michaels

Interpreti e ruoli

Chris Farley (Tommy Callahan), David Spade (Richard Hayden), Brian Dennehy (Big Tom Callahan), Bo Derek (Beverly), Julie Warner (Michelle), Rob Lowe (Paul), Sean Mc Cann

Soggetto

a Sandusky, nell'Ohio, il giovane grassone Tommy Callahan non ha nemmeno il tempo per ricevere le congratulazioni del padre Tom per la sua laurea e congratularsi col genitore, vedovo , per il matrimonio con la bella Beverly (che gli procura tra l'altro un fratellastro, Paul) che Tom defunge nel giorno delle nozze, a seguito di una esibizione canora troppo intensa. Rimasto solo a dirigere l'azienda di famiglia di ricambi per automobili, Tommy deve assolutamente procurarsi un certo quantitativo di ordinazioni, pena l'assorbimento della Callahan Auto Parts ad opera del big dei ricambi, Zalinski. Nel giro di vendite lo affianca Richard Hayden, braccio destro del defunto genitore, che non crede affatto nella capacità di Tommy, il quale ha esordito in modo disastroso. Mentre Michelle, l'addetta alle consegne, affezionata a Tommy, scorge per caso un atteggiamento insolitamente affettuoso tra Beverly e Paul che la spinge a chiedere informazioni al fratello poliziotto, Tommy riesce, tra una fallita vendita e l'altra, ad incendiare l'ufficio di un cliente, distruggere l'automobile di Richard cui dà il colpo finale un cervo che, investito e caricato a bordo, ma ripresosi, smantella definitivamente la berlina di Richard trasformandola in uno sgangherato coupé. Meno male che Tommy inizia ad essere valido come venditore, ottenendo gli ordini sufficienti. Ma il perfido Paul sabota il computer vanificando lo sforzo dei due responsabili dell'azienda, che Beverly e figlio vogliono decisamente vendere a Zalinski. Ma all'atto della firma irrompe Tommy, imbottitosi di tritolo, che, seguito da una televisione privata, convince il magnate a non acquistare la Callahan Auto Parts ma solo a venderne i prodotti nei suoi negozi. Michelle dimostra poi che Paul e Beverly sono in realtà sposati e lui ha anche precedenti penali. Tommy torna dagli operai a dare la buona notizia: inoltre ha ormai l'amore di Michelle e anche la stima di Richard.

Valutazione Pastorale

il film, a parte alcune grossolanità, sembra tentare un inno all'amicizia e alla buona volontà e soprattutto al fatto che l'uomo viene prima degli interessi aziendali (anche se non è certo la prima volta che viene trattato il tema dell'assorbimento di una vecchia azienda a gestione familiare da parte di spregevoli individui disposti a mettere sul lastrico centinaia di operai). Inoltre non è la prima volta che un personaggio grasso ed imbranato è contrapposto ad uno magro e furbetto o viceversa. Il prodotto, se di qualità, non cambia: purtroppo qui di qualità ce n'è veramente poca. Chris Farley è il solito ciccione esuberante, tanto buono quanto pasticcione ed imbranato; David Spade è certamente un attore più incisivo, ma assai poco comico. Il film è talmente privo di spessore da risultare inconsistente.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film