UNA BIONDA SOTTO SCORTA

Valutazione
Inaccettabile, Amorale
Tematica
Genere
Commedia
Regia
Dennis Hopper
Durata
101'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
CHASERS
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Joe Batteer, John Rice, Day Gilroy Joe Batteer, John Rice
Musiche
Dwight Yoakam, Pete Anderson
Montaggio
Christian A. Wagner

Sogg.: Joe Batteer, John Rice - Scenegg.: Joe Batteer, John Rice, Day Gilroy - Fotogr.: (normale/a colori) Veli Steiger - Mus.: Dwight Yoakam, Pete Anderson - Montagg.: Christian A. Wagner - Dur.: 101' - Produz.: James G. Robinson

Interpreti e ruoli

Tom Berenger (Rock Reilly), Erika Eleniak (Toni Johnson), William Mc Namara (Eddie Devane), Gary Busey (Sergente Vince Banger), Crispin Glover (Howard Finster), Matthew Glave (Rory Blanes), Grand L. Bush (Vance Dooly), Bitty Schram, Dean Stockwell, Seymour Cassel, Frederic Forrest, Marilu Henner, Dennis Hopper

Soggetto

il 4 di luglio, giorno di festa nazionale, un veterano della Marina statunitense mal sopporta l'incarico di riportare con un furgone alla base il prigioniero Toni Johnson dal vicino centro di detenzione militare. E la sua rabbia aumenta quando come compagno gli affidano un saccente novellino, Eddie Devane, un poco di buono che trafficando con il collega Howard Finster del casermaggio ha raggranellato i soldi per comprarsi una automobile, che spera di andare a prelevare, una volta portata a termine la missione e congedato. Con loro stupore scoprono che Toni è invece una detenuta condannata per insubordinazione, la quale, dapprima tenta di fuggire dopo aver ottenuto di andare nel bagno, poi sabota il serbatoio del furgone: così i tre finiscono nel pozzo di una miniera tornando a piedi nel deserto. La ragazza, issata a spalle dai due, sta per piantarli, ma poi pentita li soccorre e raggiungono così un motel. Frattanto Howard, fatte sparire le prove dei loro intrallazzi ruba soldi e automobile a Eddie. Questi si consola ubriacandosi e cedendo alle seduzioni di Toni che al mattino fugge in autostop con uno svampito piazzista d'abbigliamento, cui sottrae l'automobile. I due inseguono Toni col furgone, ma cappottano : riusciti a rimettere l'automezzo in funzione, Rock col revolver riesce a forare una ruota dell'automobile guidata da Toni e così costei viene bloccata in un Luna Park. Al bar, prima di consegnare Toni, Eddie e la donna hanno una spiegazione. Devane non sopporta che l'amata resti in carcere ed, aiutato da Rock, riesce a liberarla e a fuggire in Messico, mentre Rock si consola con una cameriera. incontrata in viaggio.

Valutazione Pastorale

il linguaggio volgare e una scena erotica piuttosto esplicita completano la negatività di questo film che presenta solo un prolungato sberleffo della legge e di coloro che sono chiamati a farla rispettare. Che esistano condanne troppo severe per persone tutto sommato non tanto malvagie non autorizza due militari ad organizzare, per motivi personali, la fuga di un detenuto. Anche l'espatrio (tema ricorrente in molti film) prospetta allegramente la soluzione per gli americani con pendenze con la giustizia: un trasferimento in Messico sorseggiando l'immancabile cocktail con aria soddisfatta nel bar di un hotel esclusivo con piscina annessa. Allo spettacolo si sacrifica tutto, e la moralità è certo un bene in netto declino nella cinematografia d'oltreoceano. Almeno il film avesse brio o brillantezza usando il registro del grottesco o della farsa: battute volgari, sequenze senza nerbo (quella della miniera, ad esempio, o la stucchevole consegna della prigioniera, tutta insulti e battute pesanti tra i responsabili militari di turno) confermano quanto detto sopra.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film