WHITE CHICKS

Valutazione
Inconsistente, volgarità
Tematica
Il comico
Genere
Farsesco
Regia
Keenen Ivory Wayans
Durata
109'
Anno di uscita
2004
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
White Chicks
Distribuzione
Columbia Tristar Films Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Keenen Ivory Wayans, Shawn Wayans, Marlon Wayans, Andy McElfresh, Michael Anthony Snowden, Xavier Cook Keenen Ivory Wayans, Shawn Wayans, Marlon Wayans
Musiche
Teddy Castellucci
Montaggio
Jeff Gourson, Stuart H. Pappé

Orig.: Stati Uniti (2004) - Sogg.: Keenen Ivory Wayans, Shawn Wayans, Marlon Wayans - Scenegg.: Keenen Ivory Wayans, Shawn Wayans, Marlon Wayans, Andy McElfresh, Michael Anthony Snowden, Xavier Cook - Fotogr.(Normale/a colori): Steven Bernstein - Mus.: Teddy Castellucci - Montagg.: Jeff Gourson, Stuart H. Pappé - Dur.: 109' - Produz.: Wayans Bros Entertainment.

Interpreti e ruoli

Shawn Wayans (Kevin Copeland), Marlon Wayans (Marcus Copeland), Jaime King (Heather Vandergeld), John Heard (Warren Vandergeld), Terry Crews (Latrell Spencer), Frankie Faison (Elliott Gordon), Maitland Ward (Brittany Wilson), Anne Dudek (Tiffany Wilson), Rochelle Aytes (Denise), Jennnifer Carpenter (Lisa), Eddie Velez (Vincent Gomez)

Soggetto

In disgrazia presso il loro capo per troppe azioni finite maldestramente, i due poliziotti Kevin e Marcus accettano di scortare le ricche sorelle Williams ad una festa dell'alta società. L'ordine é di proteggerle da possibili rapimenti e per fare questo, quando una delle due, infortunata, non vuole saperne di presentarsi, Kevin e Marcus (che sono di colore) hanno la bella pensata di prendere il loro posto, travestendosi con tanto di parrucche bionde. Equivoci a non finire, fino all'imbarazzante svelamento dell'inganno. Nel frattempo però un truffatore viene arrestato, e così per i due c'é anche la possibilità di avere un elogio.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una commedia dal tono farsesco portato all'ennesima potenza della sciocchezza e dell'insulsaggine. Non si ride, non c'é ironia, é frenato anche quel ritmo narrativo che in genere rende svelti e rapidi i racconti americani per immagini. Siamo dalle parti di un modesto prodotto americano da tv via cavo, che ricicla lo spunto (vecchissimo) del travestimento di uomini in abiti femminili. Qualche caduta di tono, ma totale assenza di un qualsivoglia spessore. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come inconsistente e punteggiato da volgarità. UTILIZZAZIONE: vista la pochezza, l'utilizzazione può essere trascurata sia in programmazione ordinaria sia in altre occasioni. Qualche attenzione é da tenere per i minori in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film