WYATT EARP **

Valutazione
Discutibile, Crudo
Tematica
Genere
Western
Regia
Lawrence Kasdan
Durata
189'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
WYATT EARP
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Dan Gordon, Lawrence Kasdan Dan Gordon
Musiche
James Newton Howard
Montaggio
Carol Littleton

Sogg.: Dan Gordon - Scenegg.: Dan Gordon, Lawrence Kasdan - Fotogr.: (scope/a colori) Owen Roizman - Mus.: James Newton Howard - Montagg.: Carol Littleton - Dur.: 189' - Produz.: Jim Wilson, Kevin Costner, Lawrence Kasdan

Interpreti e ruoli

Kevin Costner (Wyatt Earp), Dennis Quaid (Doc Holliday), Gene Hackman (Nicholas Earp), David Andrews (James Earp), Michael Madsen (Virgil Earp), Linden Ashby (Morgan Earp), James Caviezel (Warren Earp), Joanna Going, Mare Winningham, Annabeth Gish, Rex Linn, Betty Buckley, Jeff Fahey, Bill Pullman, Tom Sizemore

Soggetto

fin da ragazzo, il giovane Wyatt apprende dal padre Nicholas Earp il rispetto della legge ad ogni costo ed il senso della famiglia. Dapprima emigra coi suoi fratelli (James, Virgil, Morgan e Warren) in California, quindi si stabilisce nel Missouri dove studia legge e sposa un'amica d'infanzia, Urilla, che, gravida, muore di tifo. Sconvolto, Wyatt si dà al bere, ruba, e finisce in galera, da dove lo fa uscire il padre. Divenuto cacciatore di bisonti, assume come scuoiatori i fratelli Masterson; poi riuniti i fratelli a Dodge City, diviene sceriffo e fa amicizia con Doc Holliday. Destituito per l'eccessiva crudezza dei suoi metodi anticrimine, Wyatt, trasferitosi a Tombstone coi suoi, conosciuta una giovane attrice ebrea, Josie, scatena la gelosia dell'amante Mattie, che tenta il suicidio. Poi deve affrontare anche la banda dei Clanton e dei Mc Laury, allevatori di bestiame che vogliono dettar legge nella zona: ne scaturisce un sanguinoso scontro all'OK Corral, dove, pur sgominando i rivali, il fratello Virgil muore e Morgan e Doc restano feriti. La carneficina provoca un processo al quale Wyatt viene assolto, ma il resto della banda si vendica, uccidendo Morgan. Saputo che a Tucson, dove parte il treno che deve trasportare la salma di Morgan ed il resto della famiglia, lo aspettano i killer, si reca laggiù con Holliday, e li sgomina. Quindi si fa convincere da Josie ad emigrare ancora una volta ed a mettere su famiglia con lei.

Valutazione Pastorale

il senso della legge, instillatogli dal padre, è certamente una delle linee portanti della figura di questo leggendario sceriffo-vagabondo del vecchio Far West, assieme all'amore per i suoi fratelli, che egli vorrebbe ad ogni costo vedere vivere in pace e sistemati. Ma evidentemente un sordo furore, una rabbia interna mai sopita, con ogni probabilità alimentata inconsciamente dall'incapacità di perdonare al destino di averlo brutalmente colpito negli affetti, lo fa eccedere sia nell'applicazione della legge che nel voler accentrare l'autorità sul resto della famiglia, cognate comprese, suscitando notevoli tensioni. Figura in un certo senso emblematica di un'epoca e di una generazione di uomini, costretti dalla durezza dei tempi a risolvere tutto con la violenza. Il cedere, sia pur sotto la spinta della disperazione per la perdita della moglie, al bere ed al furto; la passione per il gioco e la smania di arricchimento; una certa propensione per il gentil sesso; l'eccesso di zelo, ai limiti della ferocia, nell'applicare la legge, fanno di Wyatt Earp una figura certamente molto umana, ma non certo l'adamantino custode della legalità che la leggenda venutasi a creare sulla sua figura vorrebbe far credere. Alla non impeccabile moralità dello sceriffo-giustiziere si unisce la rappresentazione assai cruda di un mondo pervaso dalla violenza. E anche il senso della famiglia appare più un desiderio di monopolizzare le vite altrui dirigendole a proprio piacimento che l'autentico desiderio di veder emergere le qualità o di favorire le potenzialità umane dei fratelli, le cui mogli risultano comunque essere delle appendici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film