X-MEN

Valutazione
Accettabile-riserve, crudezze, dibattiti
Tematica
Fantascienza
Genere
Fantastico
Regia
Bryan Singer
Durata
104'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
X-men
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Soggetto e Sceneggiatura
David Hayter Tom DeSanto & Brian Singer
Musiche
Michael Kamen
Montaggio
Steven Rosenblum, Kevin Stitt, John Wright

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg.: Tom DeSanto & Brian Singer - Scenegg.: David Hayter - Fotogr.(Scope/a colori): Newton Thomas Sigel - Mus.: Michael Kamen - Montagg.: Steven Rosenblum, Kevin Stitt, John Wright - Dur.: 104' - Produz.: Lauren Shuler Donner, Ralph Winter.

Interpreti e ruoli

Hugh Jackman (Logan/Wolverine), Patrick Stewart (Charles Xavier), Ian Mckellen (Erik Lehnsherr/Magneto), Famke Janssen (Jean Grey), James Marsden (Scott Summers/Cyclops), Halle Berry (Ororo Munroe/Storm), Anna Paquin (Rogue), Bruce Davison (senatore Robert Kelly)

Soggetto

Per l'umanità il momento é delicato. I mutanti, esseri il cui DNA é corredato da un gene X che garantisce loro poteri sovrumani, sono in procinto di sopravanzare l'uomo. Il senatore Kelly, preoccupato, cerca di far approvare dal congresso degli Stati Uniti una legge che permetta la schedatura di tutti gli esseri sui quali sia stato riscontrato un gene mutante. L'iniziativa scatena violente reazioni sul fronte dei mutanti, che si dividono in due fazioni. Da un lato la Fratellanza dei mutanti malvagi, con a capo Magneto, che non ha intenzione di farsi schedare come bestiame ed è pronta a combattere la guerra contro l'umanità. Dall'altra c'é il gruppo guidato dal genetista professor Xavier, paraplegico, che si sforza di cercare una via di convivenza con gli umani. In attesa di questa soluzione però i suoi uomini vivono come terroristi. Ciclope, Tempesta, Jean Grey si dedicano con molti rischi alla loro missione, e con loro ci sono altri due appena arrivati: l'adolescente Rogue, e Wolverine, essere dall'indole bestiale capace di guarire subito da qualsiasi ferita e dotato di micidiali artigli nelle mani. La lotta tra i due gruppi e contro il senatore Kelly prosegue senza esclusione di colpi. Il senatore cade prigioniero dei mutanti, e Magneto poi rapisce Rogue. Per liberarla si scatena una battaglia spaziale di grandi proporzioni. Poi Wolverine affronta Magneto, e Rogue é salva. Ora Magneto e Xavier sono di fronte e giocano a scacchi. Magneto vorrebbe la guerra. Xavier lo conduce alla calma, e lo congeda con parole di pace e di amicizia.

Valutazione Pastorale

Gli X-Men derivano da un fumetto creato nel 1963, chiuso senza tanta attenzione dopo poco tempo e tornato alla ribalta nel 1975 ad opera di un giovane autore di teatro inglese. Lo straordinario successo di questa seconda serie ha aperto le porte alla versione cinematografica che traduce in immagini una materia non nuova ma sempre vivace e dinamica. Lo scenario infatti è quello di un futuro in cui il 'terrestre', diventato minoritario e meno sviluppato, deve difendersi dalla presenza incombente di esseri più forti e intelligenti. Introdotto da un prologo in cui si rievocano i ghetti ebrei della seconda guerra mondiale, il tema della paura dell'uomo di fronte all'altro, al diverso attraversa la vicenda e ne diventa l'asse portante. L'esigenza di integrazione e di accettazione da un lato, la presenza di Uomo e Superuomo dall'altro: da qui le tracce della sofferenza, la speranza di non arrivare a tecnicizzare l'amore e i sentimenti. Temi seri dunque, detti in modo lineare ed evidente e tuttavia un po' soffocati dall'utilizzo degli effetti speciali. Sui quali si imporrebbe un discorso a parte, per chiarire se definirli un mezzo o un fine. L'alta tecnologia attira il pubblico giovanile e tutto può essere visto come un grande video-game. Ma al contrario questo linguaggio può essere utile per aiutare alcune significative riflessioni. Per questo, dal punto di vista pastorale, il film è da valutare positivamente, con riserve per qualche passaggio segnato da crudezze, ed é da segnalare per qualche opportuno dibattito. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria. Da recuperare in proposte per giovani, come occasione per parlare anche di temi di attualità (tecnologie, rapporto tra popoli...).

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film