28 GIORNI DOPO

Valutazione
Discutibile, crudezze
Tematica
Malattia, Violenza
Genere
Horror
Regia
Danny Boyle
Durata
113'
Anno di uscita
2003
Nazionalità
Gran Bretagna
Titolo Originale
28 days later
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Musiche
John Murphy
Montaggio
Chris Gill

Orig.: Gran Bretagna (2002) - Sogg. e scenegg.: Alex Garland - Fotogr.(Panoramica/a colori): Anthony Dod Mantle - Mus.: John Murphy - Montagg.: Chris Gill - Dur.: 113' - Produz.: Andrew MacDonald - VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI.

Interpreti e ruoli

Cillian Murphy (Jim), Naomie Harris (Selena), Megan Burns (Hannah), Brendan Gleeson (Frank), Noah Huntley (Mark), Christopher Eccleston (magg. Henry West)

Soggetto

Risvegliatosi in un ospedale abbandonato, il giovane Jim esce e comincia a camminare in una Londra deserta: la catastrofe è cominciata in seguito alla epidemia scatenatasi a causa di un virus diffuso da scimmie di laboratorio infette. Dopo aver a lungo girovagato, Jim si imbatte in Selene, una farmacista. Più avanti insieme incontrano Frank con la figlia Hannah. Per radio ascoltano un messaggio in cui si invita a raggiungere una base militare vicina a Manchester per sfuggire al contagio. Dopo non pochi contrasti, i quattro trovano una macchina funzionante e decidono di dirigersi in quella direzione. Frank fa un gesto sconsiderato, si infetta e viene ucciso. All'arrivo alla base, i tre sono accolti con calore dal maggiore West. Ben presto però la permanenza in quel luogo si rivela difficile. L'ufficiale ha strani comportamenti, i soldati sono violenti, un infetto è tenuto legato in un cortile per studiarne le reazioni. Il piano di West si rivela quando fa arrestare le due donne (Hannah é una ragazzina) scelte come punto di partenza per ripopolare la città e ricreare la civiltà. Solo dopo cruenti scontri, Jim riesce ad avere la meglio su West e a salvare Selene e Hannah. Jim e Selene si baciano. In auto escono dalla base, sfondando il cancello. 28 giorni dopo eccoli all'aperto ad esporre sull'erba la scritta "Hello". Un'aereo passa in cielo. E Selene dice: "Ci avranno visti?".

Valutazione Pastorale

Danny Boyle ha certamente la capacità di cogliere con immediatezza certe problematiche della nostra contemporaneità, e forse di anticipare qualche scenario futuro. E' altrettanto certo che, nel procedere del racconto, prevale in lui il gusto di esagerare, essere sovrabbondante, perdere il senso della misura. E' accaduto in "Trainspotting", nell'infelice "The beach", e anche qui dalla metà in avanti (da quando si arriva nella base militare) la storia da uno scenario fantascientifico passa a quello dell'horror: solo in piccola parte motivato, per il resto artificioso e inutile. Infatti lo spostarsi su un piano di 'genere' può risultare digeribile per i soliti appassionati ma fa perdere la compattezza messa insieme nella prima parte. Un inizio interessante, con molti campanelli d'allarme lanciati: i rischi degli esperimenti sugli animali, la violenza provocata da chi vorrebbe opporsi ad una violenza, la città infettata perchè impreparata a difendersi. Uno scenario di abbandono molto suggestivo che più avanti, come si diceva, è vanificato dall'ambiente chiuso della base dove prevale solo la lotta per la sopravvivenza. Il finale si apre ad uno spiraglio di luce, che consente di superare le paure di fondo insite nell'essere umano: lo spaesamento, la solitudine che genere bisogno di difesa. Tante contraddizioni, dunque, nello snodarsi del racconto. Una prima parte di inquieta verosimiglianza, da non trascurare; una seconda parte sopra le righe, stonata e solo urlata. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come discutibile, sottolineandone le molte crudezze. UTILIZZAZIONE: più che in programmazione ordinaria, per quanto detto sopra, il film si rivolge più ad un pubblico maturo e in grado di confrontarsi con questa vicenda dai molti registri narrativi, anche nel confronto con altri titoli che hanno affrontato gli stessi argomenti. Molta attenzione é da tenere per i minori in occasione di passaggi televisivi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film