AMICI DI LETTO

Valutazione
Futile, scabroso
Tematica
Amicizia, Famiglia, Matrimonio - coppia, Sessualità
Genere
Commedia
Regia
Will Gluck
Durata
109'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Friends with Benefits
Distribuzione
Warner Bros Pictures Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Keith Merryman, David A. Newman, Will Gluck Harley Peyton, Keith Merryman, David A. Newman
Montaggio
Tia Nolan

Orig.: Stati Uniti (2011) - Sogg.: Harley Peyton, Keith Merryman, David A. Newman - Scenegg.: Keith Merryman, David A. Newman, Will Gluck - Fotogr.(Scope/a colori): Michael Grady - Mus.: - Montagg.: Tia Nolan - Dur.: 109' - Produz.: Will Gluck, Liz Glotzer, Martin Shafer, Jerry Zucker, Janet Zucker, Alicia Emmrich, Nicolas Stern, Olive Bridge.

Interpreti e ruoli

Justin Timberlake (Dylan), Mila Kunis (Jamie), Patricia Clarkson (Lorna), Jenna Elfman (Annie), Bryan Greenberg (Parker), Richard Jenkins (sig. Harper), Woody Harrelson (Tommy), Nolan Gould (Sam), Andy Samberg . (Quincy)

Soggetto

Conosciutisi per motivi di lavoro, Dylan e Jamie diventano amici e ben presto decidono di iniziare una relazione, con l'impegno a limitarsi solo al sesso senza altri coinvolgimenti. I buoni propositi durano solo per qualche tempo, fino a quando i sentimenti tra i due non diventano troppo importanti.

Valutazione Pastorale

Si dovrebbe dire: siamo alle solite. Non è la prima volta infatti che si assiste ad una storia incentrata su un'attrazione che dovrebbe restare solo fisica e invece sconfina nell'urgenza di mettere a fuoco affetti più importanti. L'evoluzione narrativa quindì sarà forse encomiabile ma prima di arrivarci il rapporto tra i due diventa l'occasione per dare libero sfogo ad un campionario infinito di dialoghi e situazioni all'insegna di un erotismo senza limiti. I due personaggi principali, e altri collaterali (la mamma di lei, per esempio) compongono un ritratto che si segnala per una sequela di rapporti che dovrebbe essere ironici ma risultano, per la loro insistenza, fastidiosi, inutili, stucchevoli. C'è poco da salvare alla fine in un film che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come futile e decisamente scabroso.

Utilizzazione

Il film, sia in programmazione ordinaria sia in altre occasioni, è da utilizzare con molta attenzione, anche per rispetto verso fasce di pubblico non del tutto in sintonia con questo tipo di commedia. Stessa attenzione è da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film